/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 gennaio 2019, 17:30

Al via i Giovedì della salute, incontri di informazione ed educazione che si terranno a Saluzzo e Savigliano

Sono promossi dalle associazioni Officina delle Idee di Saluzzo e Amici dell'Ospedale di Savigliano, in collaborazione con l'Asl CN1. Partiranno da fine gennaio e tratteranno tematiche di largo interesse

Ospedale di Saluzzo, la presentazione dei Giovedì della salute

Ospedale di Saluzzo, la presentazione dei Giovedì della salute

Tratteranno temi che vanno dalla sicurezza alimentare, alla maxi emergenza, al testamento biologico. Sono i "Giovedì della salute" presentati ieri (venerdì 11 maggio) nella sala archivio Damiano dell’ospedale di Saluzzo, un ciclo incontri di informazione ed educazione alla salute promossi dalle associazioni "Officina delle Idee di Saluzzo" e "Amici dell'Ospedale di Savigliano", in collaborazione con l'Asl CN1. 

Dal 31 gennaio fino al termine  del 2019, gli incontri aperti alla cittadinanza, si svolgeranno negli ospedali di Saluzzo, Savigliano per allargare la partecipazione, ma anche alla chiesa della Croce Nera, alla porta di Valle di Brossasco e a Racconigi.

L'avvio della rassegna con l’argomento  “sicurezza del cibo”, i  controlli sulle produzioni, la conservazione e utilizzazione corretta degli alimenti per prevenire problemi sanitari. Ne parlerà il dottor Mauro Negro, direttore del Dipartimento di prevenzione.

Sono in programma 4 incontri nei giovedì da marzo a maggio per far conoscere l’operatività del Numero Unico di Emergenza 112 (dottor Valter Occelli)  e il servizio di Emergenza territoriale 118 (Ivano Allione e Maurizio Borgese) migliorando così la capacità di relazione tra utenza e servizi. 

Serena Buzzi dell’Università di Torino e il dottor Almerino De Angelis, inquadreranno il tema della “malattia vista dal malato” con documenti e  iconografia nella Storia, facendo conoscere alcune tappe fondamentali della Medicina fino ad oggi, promuovendo la riflessione critica su temi come l’ascolto del malato e la considerazione della sua visione della sofferenza.

A fine novembre nelle due strutture ospedaliere di Saluzzo e Savigliano, nei due giovedì della salute il dottor Pietro La Ciura, parlerà del testamento biologico, delle disposizioni anticipate di trattamento (Dat) nella finalità che il cittadino possa scegliere “se farle, non farle, come farle”.

Il direttore dei presidi ospedalieri Mirko Grillo, ha presentato l’incontro relativo al fascicolo sanitario: opportunità per il cittadino che vuole rendere disponibile  tutte le informazioni e i documenti prodotti sul territorio regionale da medici e operatori sanitari, tracciando la storia clinica del cittadino. Quali i vantaggi? Avere un unico punto di accesso alla storia clinica, poter consultare il fascicolo ovunque si trovi, far arrivare velocemente le informazioni al medico curante, essere seguito con maggiore continuità.

Presente all’incontro, coordinato dalla dottoressa Rubiolo, referente del progett  il direttore generale Asl CN1 Salvatore BrugalettaPlaudo all'impegno delle due associazioni che lavorano a fianco dei  cittadini e della Sanita' locale . Con i Giovedì della Salute avviamo insieme un percorso in cui i cittadini sono protagonisti della loro salute".

Giovanni Damiano ( presidente Officina delle Idee di Saluzzo) al tavolo con Remigio Galletto ( presidente degli Amici dell’ospedale di Savigliano) “Una iniziativa che rientra nei compiti statutari delle nostre associazioni e, possiamo dire, accorcia le distanze tra di noi e ci aiuta a fare rete. Lo consideriamo un punto di partenza e continuiamo nel contempo a ricordare le nostre istanze per migliorare la Sanita' saluzzese a cominciare  dalla nuova Dialisi”.

Luisella Picco (Amici dell’ospedale di Savigliano) “Noi  facciamo la parte dell’utenza, siamo  la voce del  cittadino nei confronti degli operatori sanitari. Come tali, da semplici cittadini cercheremo di porre domande: è importante che sia informazione nel campo della medicina, che si comprenda ciò che è un diritto e di conseguenza si possa decidere”.  

Al termine la presentazione di nuove dotazioni all’ospedale di Saluzzo: macchinari per la diagnostica per la ventiloterapia, l’endoscopia digestiva acquistati per la struttura ospedaliera dalla Fondazione CrSaluzzo e una poltrona per la chemioterapia dono dello Zonta Saluzzo al reparto di oncologa.

Il consigliere regionale Paolo Allemano ha annunciato uno stanziamento di 10 miioni di euro per il “piano direttorio” dell’Asl , per la riqualificazione dei tre ospedali di Saluzzo, Savigiano, Fossano.

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium