/ Attualità

Attualità | 12 gennaio 2019, 12:15

Trelilu ospiti all’esibizione di "arte sabauda" della neonata associazione sandamianese "Arte Ci Pare"

Sodalizio artistico si propone di rilanciare l’immagine della lingua e della cultura piemontese. La presentazione sabato pomeriggio nel centro astigiano

Il direttivo della neonata associazione sandamianese

Il direttivo della neonata associazione sandamianese

"Arte Ci Pare", la nuova associazione culturale nata allo scopo di valorizzare la cultura piemontese, sarà presentata alle ore 17 di sabato 12 gennaio all'interno del centro polifunzionale Nuovo Foro Boario di San Damiano d’Asti (piazza 1275, 7A).

Il sodalizio, che si autodefinisce "Companìa për la difusion ëd la coltura piemontèisa", si propone lo scopo di rilanciare una nuova immagine della lingua e della cultura del Piemonte, pur mantenendo ben salde le radici nella più profonda tradizione sabauda.

Dopo i saluti del presidente Paolo Sirotto, a dimostrare i propositi di valorizzazione che costituiscono la base fondante dello statuto, alcuni soci offriranno un saggio della loro arte.
Ad esibirsi saranno Giovanni Ruffino, polistrumentista con collaborazioni internazionali, interprete di Georges Brassens in piemontese e cantautore in italiano e in piemontese, Isabella Maria Zoppi, in arte Isa, pluripremiata per la sua attività di scrittrice e cantautrice, in italiano e in piemontese, Franco Marmello, scrittore, poeta e cantautore in lingua piemontese, Giorgio Brosio, interprete dei monologhi di Carlo Artuffo.

A concludere l'esibizione d'arte sabauda saranno i Trelilu, impareggiabili cantautori e musicisti che hanno giocato col piemontese usando ironia e goliardia.
La presentazione e gli interventi degli artisti saranno moderati dalla giornalista Francesca Gerbi.

V. P.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium