/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 14 gennaio 2019, 13:45

Incontro di “Monviso in Movimento” a 100 anni dall’appello a “Tutti gli uomini liberi e forti” di don Luigi Sturzo

Il 18 gennaio, a Cuneo, a parlare del manifesto lanciato, nel 1919, dalla Commissione del Partito Popolare guidata da don Sturzo, saranno l’ex viceministro Olivero, l’assessore regionale Valmaggia e il giornalista Aimetti

Da sinistra, Valmaggia, Aimetti e Olivero

Da sinistra, Valmaggia, Aimetti e Olivero

“A tutti gli uomini liberi e forti, che in questa grave ora sentono alto il dovere di cooperare ai fini superiori della Patria, senza pregiudizi né preconcetti, facciamo appello perché uniti insieme propugnino nella loro interezza gli ideali di giustizia e libertà”.

Iniziava così, un secolo fa, il 18 gennaio 1919, l’Appello ai “liberi e forti” lanciato dalla Commissione del Partito Popolare, guidata da don Luigi Sturzo, a quanti, “uomini moralmente liberi e socialmente evoluti”, erano disposti a impegnarsi nel sostenere un progetto politico e sociale per l’Italia all’indomani della Prima Guerra Mondiale. 

Un testo che ha segnato profondamente la storia politica del Novecento nel nostro Paese e la partecipazione dei cattolici alla costruzione del bene comune. Permettendo di cogliere il contributo che la fede cristiana ha dato e continua a dare nella realizzazione di una società migliore superando tutte le differenze e gli interessi di parte.

“I “liberi e forti” sanno riconoscere i loro limiti e aprire spazi affinché i singoli e i gruppi - tutti, nessuno escluso - possano crescere grazie a una progressiva assunzione di responsabilità nella costruzione del bene comune. L’autorità così concepita non coincide con il potere”. 

Un manifesto che rappresenta ancora oggi una pietra miliare nella storia del cristianesimo sociale italiano. Con un forte passaggio legato all’esigenza di creare una “Società delle Nazioni” senza chiudersi dietro a barriere e appartenenze. Un richiamo lungimirante rispetto al dibattito sull’attuale cammino e futuro dell’Unione Europea.

A 100 anni esatti da quell’Appello, l’Associazione Monviso in Movimento e la lista Chiamparino per il Piemonte organizzano, venerdì 18 gennaio 2019, alle 20.45, nelle sede di via Roma, 56, a Cuneo, l’incontro “L’eredità di don Sturzo-A tutti gli uomini liberi e forti”.

A introdurre i lavori sarà l’ex viceministro e già presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero. Il giornalista Giorgio Aimetti curerà l’analisi storico politica dell’Appello. Le conclusioni toccheranno all’assessore regionale e presidente di Monviso, Alberto Valmaggia.   

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore