/ Cronaca

Cronaca | 14 gennaio 2019, 09:32

Aib e Vigili del fuoco al lavoro a Sanfront per un piccolo focolaio di sterpaglie: rimane altissima l’allerta per il rischio di incendi boschivi

È successo ieri sera (domenica), nel vallone di Comba Gambasca. Intervenuti anche i Carabinieri. Su tutto il territorio della Regione non si possono accendere fuochi o compiere azioni anche solo potenzialmente a rischio di innesco

Aib e Vigili del fuoco al lavoro a Sanfront per un piccolo focolaio di sterpaglie: rimane altissima l’allerta per il rischio di incendi boschivi

Sono interventi Aib, Vigili del fuoco e Carabinieri, ieri sera (domenica), a Sanfront, allertati per via di un piccolo rogo nel vallone di Comba Gambasca.

Alcuni residenti del posto hanno chiamato i numeri di emergenza dopo aver notato – complice anche il buio - la presenza di fiamme, alte alcuni metri.

Immediato l’intervento delle locali squadre dei volontari Anti incendi boschivi, insieme ai Vigili del fuoco, e a una pattuglia dei Carabinieri.

Le fiamme, fortunatamente, nel frattempo si erano già abbassate: gli operatori Aib hanno comunque spento il cumulo di brace, potenzialmente pericoloso a causa dell’assenza di precipitazioni (piovose o nevose) che ormai perdura dal 19 dicembre scorso.

Su tutto il territorio della Regione, lo ricordiamo, vige una legge che vieta “l’abbruciamento di materiale vegetale su tutto il territorio regionale nel periodo compreso tra il 1° novembre e il 31 marzo”.

Una misura poi rafforzata dallo stato di massima pericolosità per incendi boschivi, tutt’ora in vigore (la determina è stata emanata il 30 dicembre) su tutto il territorio regionale. Vietato dunque accendere fuochi in territorio boschivo oppure entro un raggio di cento metri dai boschi.

Non sono ammesse nemmeno azioni che possano determinare anche solo potenzialmente il rischio di innesco, come accendere fuochi pirotecnici, usare apparecchi elettrici o a fiamma, tagliare metalli, usare apparecchi che producano faville o brace, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium