/ Eventi

Eventi | 15 gennaio 2019, 08:15

L’inferno Run sceglie Prato Nevoso per la tappa d’esordio del 2019

Raddoppiati i numeri, oltre 650 partenti, sabato 19 in Conca la corsa a ostacoli nella neve. La tricolore Zenga come star

L’inferno Run sceglie Prato Nevoso per la tappa d’esordio del 2019

Per la prima prova dell’ “Inferno run” hanno scelto il paradiso delle Alpi Marittime. Scatterà da Prato Nevoso l’edizione 2019 dell’obstacle runner più impegnativa e spettacolare d’Italia. In cinque edizioni ha visto 16mila finisher, dai 13 ai 71 anni, uno su tre donna, tagliare il traguardo. E ora sono di nuovo pronti a cimentarsi in una nuova sfida nel fango infernale. 

Partendo dalla Conca di Prato, scelta dagli organizzatori insieme con l’Idroscalo di Milano e le colline del Chianti, come una delle tappe ideali. Tutto merito del successo della passata edizione. E quest’anno sono già oltre i 650 gli iscritti (abbondantemente raddoppiati i numeri rispetto alla scorsa edizione). L’appuntamento è per il weekend 19 e 20 gennaio. La “Hell snow” – che scatterà il sabato - si dipanerà lungo un percorso di sette chilometri con un dislivello di duecento metri. E sarà un tracciato disseminato di ostacoli, sin da subito, come quella partenza in salita dalla Conca. E poi rampe di ghiaccio e muri di neve, ma anche pesi da trasportare e tratti da attraversare strisciando in mezzo a neve e fango. Per un vero assaggio di inferno nella neve. 

In tutto saranno venti gli ostacoli da superare prima dell’agognato traguardo. In campo forza, velocità, equilibrio, agilità e resistenza per superare ostacoli naturali e artificiali. Con un modello a cui ispirarsi: Carol Zenga, torinese di Venaria, campionessa italiana in carica. Sarà lei la star della sfida di Prato che ha già raddoppiato le adesioni rispetto a dodici mesi fa. Con tanti neofiti e curiosi al via. Per i competitivi la prova sarà valida come gara del campionato regionale Ocr e garantirà punti per qualificarsi alle prove mondiali di questa particolare specialità della corsa. 

Sport outdor e tanto divertimento in ambientazioni uniche: sono questi gli ingredienti di Inferno run” dice Niccolò Nava, l’organizzatore. Gli fa eco Alberto Oliva, direttore marketing della Prato Nevoso spa: “Siamo orgogliosi di poter essere per il secondo anno di fila una delle piazze della obstacle course racing, una prova che spinge sempre più persone a mettersi alla prova, affrontare i propri limiti, riscoprendo alla fine fiducia e determinazione. Un'esperienza che tanti provano in team. Prato a tutto questo aggiungerà il suo fascino, la competitività dei suoi pendi”.

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium