/ Attualità

Attualità | 16 gennaio 2019, 18:00

Cantieri stradali: riaperta la Provinciale ai piedi di Novello, ora si lavora alla frana tra Castagnito e Guarene

Conclusi i lavori per la sistemazione della frana tra il centro langarolo e il bivio con la Provinciale 661 e quelli al bivio con la Provinciale 3. Dopo quattro anni di attesa ruspe in azione tra i due centri roerini

Il muro di contenimento della frana di Novello (foto Settore Viabilità Provincia)

Il muro di contenimento della frana di Novello (foto Settore Viabilità Provincia)

Nei giorni scorsi la Provincia ha riaperto totalmente la Strada Provinciale 58 da Novello verso la Fondovalle, ora percorribile senza più limitazioni al traffico, revocando il senso unico alternato e il divieto di transito per i mezzi pesanti che era stato istituito per permettere i cantieri stradali. Sono, infatti, terminati i lavori per la sistemazione della frana di Novello nel tratto compreso tra il centro langarolo e il bivio con la Provinciale 661 e quelli al bivio con la Provinciale 3 (località Castello della Volta), Novello e Monchiero con la stabilizzazione del pendio, la realizzazione di opere di sostegno e di drenaggio delle acque di scorrimento.

Per il primo intervento sulla frana di Novello, oltre alla realizzazione di un muro in cemento armato con fondazioni profonde per il sostegno del pendio a monte della strada provinciale, sono stati eseguiti interventi di drenaggio sul pendio per raccogliere e scaricare le ingenti acque sotterranee di falda, una cunetta stradale impermeabile, la riprofilatura del piano stradale deformato dalla frana regolando le pendenze così da far confluire le acque piovane verso la cunetta, oltre alla bitumatura finale e alla segnaletica orizzontale.

Per il secondo intervento, quelli al bivio tra la Provinciale 3, le opere realizzate riguardano una corretta regimazione delle acque piovane tramite l’impermeabilizzazione della cunetta esistente, il ripristino della carreggiata stradale nel tratto in frana con la realizzazione di nuovo rilevato stradale e la protezione dello stesso con una fila di massi al piede e, anche in questo caso, la riprofilatura del piano stradale, bitumature e segnaletica orizzontale.

Passando alla Sinistra Tanaro, sono finalmente iniziati i lavori sulla Strada Provinciale 50, che collega il capoluogo di Guarene a quello di Castagnito, che ormai da anni riduce a un’unica corsia la carreggiata percorribile tra i due centri abitati.

L’intervento era stato affidato nello scorso dicembre alla ditta Qmc di Mondovì, che eseguirà l’opera su progetto esecutivo redatto dalla G.E. Granda Engineering, per una spesa complessiva di 350mila euro comprensivi anche della sistemazione di un’altra frana sempre a Guarene, a monte della frazione di Castelrotto.

I lavori interessano per ora il primo punto, dove i mezzi d'opera stanno lavorando da alcuni giorni e dove domani, giovedì 17 gennaio, si dovrebbe effettuare il getto dei pali di fondazione previsti per sostenere il versante.

Secondo i tecnici della Provincia i due cantiere dovrebbero potersi chiudere entro un termine indicativo di tre mesi.

Il sindaco guarenese Franco Artusio: "Finalmente dopo quattro anni di corse, parole, promesse, i lavori sono partiti. Daremo un buon servizio agli utenti del territorio che ogni giorno percorrono la Provinciale 50".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium