/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 16 gennaio 2019, 15:03

La prima apertura del museo “Casa Pellico” firmata dal Gruppo FAI di Saluzzo sarà giovedì 24 gennaio

Il sito museale apre con il gruppo Fai saluzzese giovedì 24 gennaio dalle 15 alle 17. E' diventato la nuova sede del Gruppo grazie a una convenzione comunale. Aprirà al pubblico il terzo giovedì di ogni mese, per informazioni, iscrizioni e visite al museo in chiave Fai. Il 5 febbraio il musicologo Alberto Basso aprirà il ciclo di incontri-conversazioni

Saluzzo, Casa Pellico, una delle sale

Saluzzo, Casa Pellico, una delle sale

Prima apertura al pubblico giovedì 24 gennaio dalle 15 alle 17 di Casa Pellico (in piazzetta dei Mondagli) da parte del Gruppo Fai Saluzzo. La casa museo sarà aperta per informazioni, iscrizioni, distribuzione di calendari e per le visite al museo in chiave FAI, come da convenzione con l’Amministrazione comunale.

Alcuni locali all’interno sono stati concessi gratuitamente, per i prossimi tre anni, come sede associativa al gruppo saluzzese, con l’obbiettivo di lanciare insieme un programma di valorizzare e fruizione della “casa museo” in cui nacque lo scrittore patriota.

In base all’accordo sarà aperta al pubblico e agli iscritti FAI per visite tematiche, culturali e storiche legate al Pellico e al territorio, con ingressi a contributo libero, il terzo giovedì di ogni mese dalle 15 alle 17. Sono previste inoltre 8 aperture straordinarie all’anno per eventi, iniziative, manifestazioni organizzate dal gruppo cittadino del Fondo Ambiente Italiano.

“Rinnoviamo i ringraziamenti al sindaco – afferma il capogruppo Marco Piccat - per la proposta di collaborazione al FAI e per l’opportunità, attraverso questa, di organizzare attività sul territorio e al tempo stesso di essere sinergici nell’opera di conoscenza e valorizzazione di uno dei luoghi simbolo della storia locale, la casa natale del Pellico.

Gli incontri nel museo – continua Piccat -  saranno conversazioni-confessioni per riprendere il metodo usato dallo scrittore di far conoscere i propri credo civili e politici “con una confessione pubblica”. Saranno invitati esperti di arte, musica, storia, cultura di vario genere, italiani e stranieri, legati dal desiderio di raccontare la propria vita e i propri interessi”. 

Aprirà il ciclo degli appuntamenti, martedì 5 febbraio alle 17,30, il musicologo di fama internazionale ma saluzzese d’adozione Alberto Basso, autore di prestigiosissimi saggi, fondamentali per la storia della musica. Titolo della sua conversazione: “Le mie passioni”, condotta dall’insegnante di Storia dell’arte e musicologa Carla Bianco.

Seguirà, giovedì 7 marzo, sempre alle 17,30 “Il mio Leonardo”: conversazione con l’artista Franco Giletta.

Ingresso a contributo volontario non inferiore a 5 euro. In ragione della limitata capienza della sala si consiglia la prenotazione al numero telefonico: 370 306 9154 – Gruppo FAI Saluzzo.

A seguire, per chi è interessato, incontro conviviale al ristorante “Casa Pellico”, piazza dei Mondagli 5 (25 euro).

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium