/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 16 gennaio 2019, 14:15

Nel trentennale di fondazione, la Croce verde di Bagnolo Piemonte traccia il bilancio del 2018: 2500 i servizi svolti dai volontari

150mila chilometri percorsi da operatori e mezzi. A disposizione dell’associazione – guidata da Stefano Pasian - un parco mezzi di 4 ambulanze e 5 autovetture, di cui 3 attrezzate per il servizio di trasporto disabili

Immagine di repertorio - (Foto scattata durante una gara di primo soccorso)

Immagine di repertorio - (Foto scattata durante una gara di primo soccorso)

Continua il nostro “bilancio” delle attività svolte dalle associazioni di volontariato del saluzzese che si occupano di trasporti sanitari e di interventi di soccorso in emergenza sanitaria.

Dopo la Croce rossa di Paesana e la Croce verde di Saluzzo, spazio oggi ai “numeri” registrati alla fine del 2018 dalla Pubblica assistenza Croce verde di Bagnolo Piemonte.

Il sodalizio è guidato dal presidente Stefano Pasian e – quest’anno – festeggia l’importante traguardo dei trent’anni di presenza costante sul territorio.

120 i volontari iscritti: un terzo di questi (40) sono donne.

Nel 2018 uomini e mezzi della Pubblica assistenza hanno percorso circa 150mila chilometri, per un totale di 2500 servizi svolti.

All’incirca 500 gli interventi di emergenza sanitaria effettuati con l’ambulanza di soccorso di base, mentre 1400 viaggi sono stati svolti in convenzione con l’Azienda sanitaria locale Cn1.

I restanti 600 viaggi – circa – sono stati convenzionati, invece, con il Comune di Bagnolo Piemonte, che integra parte dei costi, come sgravio economico nei confronti dell’utente.

9 in totale i mezzi a disposizione della Croce verde bagnolese: 4 ambulanze e 5 autovetture, di cui 3 attrezzate per il servizio di trasporto disabili.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium