/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 gennaio 2019, 16:00

Dai cimiteri ai nuovi bagni pubblici: ad Alba tanti cantieri in vista tra quartieri e frazioni

Il punto sul piano delle opere 2019 all’incontro tra la Giunta e i nove comitati cittadini. Sul tavolo anche la viabilità intorno alla nuova scuola media in zona Moretta in vista dell’apertura del prossimo 4 febbraio

Un momento del confronto tra l'Amministrazione e i vertici dei comitati di quartiere cittadini

Un momento del confronto tra l'Amministrazione e i vertici dei comitati di quartiere cittadini

A Mussotto l’asfaltatura di strada Riondello e la recinzione dei giardini sulla stessa strada, i punti-luce su strada Riddone, il prolungamento dei marciapiedi di corso Canale fino al confine con Racca e l’ampliamento del cimitero; a Piana Biglini e Scaparoni l’ampliamento del camposanto e la realizzazione di due tratti di marciapiede; su via Vivaro l’intervento per la raccolta delle acque in strada di Mezzo e l’asfaltatura della rotonda della Vigna e di corso Nebbiolo; nel quartiere Moretta l’asfaltatura di una parte di corso Enotria, la sistemazione dell’area mercatale di corso Langhe e del parco giochi “G. Dalmasso”, i punti luce e gli attraversamenti pedonali su corso Cortemilia, l’installazione di un nuovo bagno pubblico autopulente e la realizzazione della rotonda tra corso Cortemilia e strada Sottoripa; a San Cassiano, dopo la casa dell’acqua già realizzata, il restauro dei ponticelli interni al Villaggio San Cassiano; nel quartiere Piave la sistemazione dell’area mercato di corso Europa con la realizzazione di un nuovo bagno pubblico autopulente e il rifacimento di alcuni attraversamenti pedonali in via Pietro Ferrero. Oltre a tutto ciò, la pulizia dei torrenti Cherasca, Riddone e Rio Misureto e il rifacimento degli impianti di illuminazione ex proprietà Enel Sole.

E’ l’elenco degli interventi in partenza nelle varie zone cittadine come illustrato dall’assessore albese ai Lavori pubblici Alberto Gatto.

L’occasione è stata l’incontro che nei giorni scorsi in municipio ha messo di fronte l’Amministrazione comunale con gli esponenti dei 9 comitati di quartiere cittadini: Vivaro, Moretta Corso Langhe, Piana Biglini, Piave, Moretta Due, Mussotto, San Cassiano, Scaparoni e Centro Storico.

Un confronto richiesto al sindaco Maurizio Marello dai presidenti degli stessi comitati, per concordare una linea comune su come lavorare per la città, e partecipato, oltreché dallo stesso primo cittadino e dall'assessore Gatto, dal responsabile delle Finanze comunali Luigi Garassino e dal consigliere con delega ai quartieri Claudio Tibaldi.

All’incontro i referenti dei quartieri hanno chiesto di incontrare il sindaco almeno 3 o 4 volte all’anno e di essere consultati preventivamente sulle decisioni dell’Amministrazione relative alle varie zone della città. Marello ha ricordato che tra l’Amministrazione e i comitati "c’è una costante interlocuzione anche attraverso gli uffici comunali", aggiungendo che "nell’ultimo anno siamo riusciti a mettere in pista un bel po’ di risposte grazie alla disponibilità delle risorse. Il comitati di quartiere sono stati ripristinati dalla nostra Amministrazione e sicuramente proseguiranno anche con i futuri sindaci. Sulle diverse opere dell’ultimo periodo, solo in ottobre c’è stato lo sblocco dell’avanzo di amministrazione di 3,7 milioni di euro e quindi abbiamo dovuto fare le gare e impegnarli entro dicembre. Non è stato difficile perché i progetti erano già pronti ma non è stato neanche semplice rispettare una scadenza così impellente".

Per quanto riguarda il nuovo assetto del trasporto pubblico locale, i rappresentanti della Giunta hanno ricordato che nella riorganizzazione sono state assecondate anche le richieste dei Comitati, attraverso l’attivazione delle linee in via Vivaro e via Rorine.
Per svuotare il centro dal traffico, i referenti dei quartieri hanno proposto la realizzazione di parcheggi in periferia dove lasciare l’auto e prendere l’autobus e un biglietto unico integrato per i pendolari che si muovono con diversi mezzi di trasporto pubblico.

Oltre a ciò, durante l’incontro si è parlato anche di viabilità, in particolare del terzo ponte sul Tanaro, della nuova strada tra la rotonda della Vigna e San Cassiano, dello stanziamento delle somme per la nuova strada tra corso Canale e viale Industria, della strada parallela a corso Asti collegamento tra la zona dell’ipermercato Self e la rotatoria del Mogliasso, della nuova pista ciclabile tra Alba, Gallo Grinzane e Roddi.

Sul tavolo anche la viabilità intorno alla nuova scuola media in zona Moretta, aperta dal 4 febbraio, la nuova rotonda per Scaparoni a cura di Anas, gli eventi e i mercati nei diversi quartieri. E tra un argomento e l’altro, il referente del quartiere Vivaro ha chiesto all’Amministrazione la sistemazione dei marciapiedi in strada di Mezzo.

Si è parlato infine di sicurezza in città e del nuovo progetto da 238mila euro per l’installazione delle telecamere di sicurezza pubblica con l’interazione dei contenuti video tra forze di polizia e Polizia locale.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium