/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 18 gennaio 2019, 18:02

Mondovì: 500mila euro per la messa in sicurezza del teatro sociale

La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo-esecutivo dei lavori, finanziato mediante una parte dell'avanzo d'amministrazione. Sarà inoltre realizzato un affaccio suggestivo sull'ingresso da via delle Scuole

Mondovì: 500mila euro per la messa in sicurezza del teatro sociale

Dalle parole ai fatti: come deliberato dal Consiglio comunale del 27 novembre scorso, che ha approvato una variazione di bilancio al fine di destinare una quota dell'avanzo d'amministrazione al finanziamento dei lavori di messa in sicurezza del compendio immobiliare denominato "Teatro sociale - ex caserma reale dei carabinieri", sindaco e assessori di Mondovì hanno detto "sì" al relativo progetto definitivo-esecutivo.

L'intervento, il cui costo complessivo lambirà quota 500mila euro (499.996,02 euro, per l'esattezza), si prefigge di sopperire all'evidente stato di degrado in cui versano attualmente il teatro sociale (che, al momento, non tornerà a rivestire il suo ruolo originario e difficilmente potrà farlo in futuro) e l'ex caserma reale dei carabinieri, edifici che sorgono nella zona storica della città.

Più dettagliatamente, si prevede un intervento di generale messa in sicurezza, partendo dallo sgombero di tutti i detriti interferenti con il cantiere e l'asportazione di tutte le essenze arboree presenti all'interno degli stabili, per poi arrivare al rifacimento del manto di copertura, alla rimozione degli elementi in eternit, alla messa in sicurezza delle parti strutturali ammalorate e lesionate, nonché alla sistemazione delle porzioni di intonaco instabili e alla rimozione della serramentistica, ormai prossima al collasso. 

Non solo: a completamento dell'intervento si prevede di fornire un affaccio diretto da via delle Scuole sull'ingresso al teatro, suggestione di passati scenari.

L'utilizzo di parte dell'avanzo d'amministrazione per sostenere i lavori è stato autorizzato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze mediante la circolare numero 25 del 3 ottobre 2018, con cui ha disposto l'uso del suddetto per spese d'investimento senza riflessi negativi sul pareggio di bilancio.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium