/ Cronaca

Cronaca | 18 gennaio 2019, 12:37

Arrestato in Romania latitante attivo anche in Granda: si era dato alla fuga dopo un inseguimento a Centallo

Il 49enne faceva parte della banda che nel 2009 aveva razziato il Consorzio Agrario dei Ronchi; individuato dalla polizia cuneese e bloccato al confine con la Moldavia: dovrà scontare oltre 4 anni di carcere

Foto generica - da pixabay

Foto generica - da pixabay

E' stato catturato negli scorsi giorni al confine tra Romania e Moldavia dal Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia e dalla polizia rumena - dopo essere stato localizzato su segnalazione della polizia e della Procura di Cuneo - il latitante Vacheslaw Turcan, moldavo di 49 anni ricercato sin dal 2014.

L'uomo era membro di una banda specializzata in furti con scasso attiva negli ultimi anni in diverse province del nord Italia tra cui proprio quella "Granda" e quella torinese, responsabile - sul nostro territorio - nel 2009 di un grosso colpo al Consorzio Agrario di via Bra in frazione Ronchi a Cuneo e nell'annata 2013-2014 di diversi altri episodi ai danni di abitazioni, magazzini e attività.

La banda in questione effettuava i colpi con grande rapidità, "ripulendo" le strutture bersaglio e portando via materiale di diverso tipo - computer, attrezzi agricoli, gasolio, preziosi e, in generale, merci di facile smercio - tramite un furgone rubato per l'occasione.

Turcan era entrato in latitanza dopo essere stato individuato e inseguito dalla polizia a Centallo nel 2014: l'uomo era riuscito a darsi alla fuga dopo una lunga colluttazione e a far perdere le proprie tracce, nonostante l'anno successivo fosse stato indirizzato da un'ordine di carcerazione per 4 anni e 6 mesi.

Il moldavo ha raggiunto Fiumicino negli ultimi giorni ed è stato immediatamente tradotto in una struttura carceraria della Capitale.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium