/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 18 gennaio 2019, 12:17

Verzuolo, le copertine dei quaderni della Cartiera Souchon in mostra a Palazzo Drago

S’inaugura sabato 19 gennaio, alle ore 16, la collezione di Giovanni Cornaglia. L’ing. Luigi Burgo, fondatore dell’omonimo gruppo cartario verzuolese, era socio al 50%, oltre che amico personale, del collega industriale fossanese

Verzuolo, le copertine dei quaderni della Cartiera Souchon in mostra a Palazzo Drago

Tra l’inizio degli anni ’20 e la fine di quelli ‘60 del secolo scorso la ultracentenaria cartiera di Fossano produsse quaderni scolastici che vennero venduti in quantitativi davvero eccezionali per i tempi ed in tutta Italia.

Alle copertine dei quaderni della Cartiera Souchon di Fossano è dedicata una interessante mostra che si apre sabato 19 a Palazzo Drago di Verzuolo.

Recentemente Giovanni Cornaglia ha pubblicato un documentatissimo volume che insieme alla ricostruzione dei quasi cinque secoli di storia della Cartiera fossanese propone una sorta di catalogo delle splendide copertine dei quaderni che artisti, o quadernisti come si dice oggi, come Leonina Edel, Carlo Biscaretti di Ruffia, P. Longo, od il misterioso FISA, realizzarono presso la tipolitografia Doyen di Torino.

Un migliaio di piccole d’opere d’arte che sono passate sui banchi delle scuole di tutta la penisola compongono la collezione, costruita con una meticolosa ricerca che dura da oltre 40 anni, molta parte della quale viene esposta nei bei saloni di Palazzo Drago. Una curiosità, l’ing. Luigi Burgo, fondatore e guida del gruppo industriale e cartario che da lui prendeva il nome che a Verzuolo aveva la casa madre, fu dal 1919 alla sua morte, socio al 50% della cartiera dell’ing. Paolo Souchon al quale lo legava un solido rapporto di amicizia e reciproca stima.

Molte delle copertine esposte sono ancora nei ricordi di quanti furono scolari negli anni sessanta e primi settanta, anche se lo sono soprattutto quelle monocromatiche, le “Bella Copia” o le famosissime nere bordate di rosso. Straordinarie sono però quelle che vanno dalla conquista dell’Impero coll’impresa di Etiopia al dopoguerra: e non solo quelle in cui si esalta lo spirito guerriero dell’italica gente, secondo gli stringenti dettami del Regime.

Un tesoro da scoprire e fino ad oggi misconosciuto: si pensi che copertine della Souchon sono presenti in fondi e pubblici e privati, musei, archivi e collezioni, ma che nessuno fino ad oggi aveva saputo decifrare il logo CIPS&c. che fa bella mostra, in quarta di copertina, di quei quaderni, né tantomeno il GB e CsFa, che sono i monogrammi usati nel corso dei cinque decenni di produzione dalla cartiera fossanese e che fanno parte della grande collezione di Cornaglia.

Occasione da non perdere. La mostra, organizzata dall’ACV di Verzuolo, s’inaugura sabato 19 alle ore 16.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium