/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 gennaio 2019, 16:13

San Sebastiano a Fossano: stabile l’attività della Polizia Locale nonostante due agenti in meno (guarda la gallery)

Conferiti onorificenze e avanzamenti di carriera per l’attività svolta nei cinque anni

San Sebastiano a Fossano: stabile l’attività della Polizia Locale nonostante due agenti in meno (guarda la gallery)

Come ormai tradizione la festa di San Sebastiano, santo patrono della Polizia Locale è stata l’occasione per fare il punto sulle attività svolte nell’anno precedente. Il 2018 è stato contraddistinto da una sostanziale stabilità nei risultati ottenuti in materia sanzionatoria, sebbene l’attività sia stata svolta con un organico ridotto di due unità, una delle quali recuperata con l’entrata in servizio a Fossano del nuovo vigile, vincitore del concorso a Vercelli Americo Veramessa.

A dare contezza delle attività svolte nel 2018 è stato il comandante Giacomo Cuniberti, da cinque anni comandante di Polizia Locale.

Sono state 7079 le sanzioni elevate nel 2018, due in più dell’anno precedente in una sostanziale stabilità rispetto agli ultimi due anni. Oltre 660mila Euro di accertato per un incasso di quasi 500mila Euro. I risultati vengono in seguito a 595 verbali con 86 servizi specifici, per una media di circa 7 verbali a servizio. Le rimozioni sono state 223, 28 i sequestri, 4 i fermi e 5770 i punti complessivamente decurtati. Per quanto riguarda le atre attività sono stati svolti 343 servizi inerenti le aree mercatali con una media di 4 agenti impegnati per ciascun servizio. In campo di controlli ai cantieri e all’edilizia in generale sono stati eseguiti 25 controlli in sinergia con altri uffici comunali e 45 controlli di iniziativa con 6 sanzioni amministrative e informative sui reati.

Spesso ignorata ai più è l’attività di Polizia Locale svolta in materia ambientale. Sebbene molto complesso cogliere in flagrante chi conferisce scorrettamente i rifiuti, i servizi di corretto conferimento nel 2018 sono stati 121 con 6 sanzioni elevate; 75 i controlli per la conduzione dei cani per cui sono state elevate 75 sanzioni e sono stati eseguiti 25 interventi con l’ASL per animali rinvenuti sul territorio. Per altri temi ambientali sono stati 30 gli interventi con 5 sanzioni.

1787 sono stati i servizi di uscita e ingresso scuole, 158 i funerali, 30 i servizi di viabilità per processioni e competizione, 18 i servizi a supporto di altre forze di polizia e 529 gli interventi di regolamentazione del traffico in caso di situazioni diverse.

Dal punto di vista delle procedure amministrative sono state emesse 519 ordinanze e 440 autorizzazioni e concessioni.

Gli interventi per sinistri stradali sono stati 65 di cui 31 con feriti.

Sebbene sia trascorso tempo quello che ha comportato molto lavoro per la Polizia Locale è il crollo del ponte. Mi tolgo un sassolino dalla scarpa: spesso sui social ci sono proteste dei cittadini per la tangenziale e sembra che non ci siano controlli. In realtà nel 2018 ci sono stati, oltre al monitoraggio quotidiano, ben 124 servizi dedicati con un totale di 50 sanzioni per inottemperanza del divieto di transito ai mezzi pesanti” ha detto Cuniberti.

Come negli anni precedenti, sono state 120 le ore dedicate dagli agenti per interventi di educazione stradale per circa 1500 studenti di ogni ordine e grado, così come si sono ripetuti gli incontri di prevenzione alle truffe rivolti specialmente agli anziani.

In materia di pubblica sicurezza aveva fatto un gran parlare l’individuazione di un cittadino intento a orinare nel parcheggio sotterraneo. Complessivamente sono stati 479 i presidi in ambito frazionale e nei borghi, 145 quelli specifici per prevenzione dei furti e 65 i veicoli sospetti ispezionati. 197 sono stati i servizi appiedati in ambito cittadino e 255 in centro storico, 180 i controlli pedonali e dei parchi e 85 gli interventi inerenti il rispetto delle norme di buona convivenza; 8 i servizi congiunti con la Questura e 181 i servizi alla stazione ferroviaria. Il parcheggio sotterraneo è stato il centro del maggior numero di servizi dedicati: 231 complessivamente, più di uno ogni due giorni, mentre 127 sono stati i controlli sull’attività di accattonaggio. Complessivamente, dunque, sono stati 1804 i controlli di sicurezza urbana effettuati con il fermo e/o l’individuazione di 1726 persone.

La stazione di Polizia Locale fossanese conta su 16 persone che complessivamente hanno trascorso esternamente al comando il 67% del loro tempo.

L’attività giudiziaria è quella forse meno nota, ma che quest’anno ha fatto registrare dati interessanti: 60  sono state le denunce all’Autorità giudiziaria, 311 le denunce di smarrimento, 31 le querele o denunce ricevute, 15 le attività di indagine delegate dalla Procura di Cuneo, 278 gli accertamenti e le notifiche di polizia giudiziaria di pubblica sicurezza. Uno l’arresto di un pluripregiudicato.

Dalla gestione dei parchimetri sono stati incassati 420mila Euro, anche questi, come gli importi derivanti dalle sanzioni, saranno impiegati in attività inerenti la viabilità.

Per quanto riguarda il futuro è stato presentato alla Giunta comunale il nuovo regolamento di Polizia Locale e sta per essere sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Arma dei Carabinieri per la condivisione del collegamento.

La cerimonia di San Sebastiano è anche stato il momento per conferire dei riconoscimento ad agenti che si sono distinti nell’anno o nei cinque anni. Due gli episodi salienti: il fermo di un pluripregiudicato e la reazione con conseguente fermo dell’autore di un furto con strappo. Per queste ragioni sono stati premiati Aldo Bravo, Germano Morra, Cristian Degioanni, Marco Rosati, Gabriele Ghibaudo e Simone Bono. L’Amministrazione, inoltre, ha conferito un riconoscimento alla Polizia Locale per il lavoro svolto nei cinque anni di mandato che hanno coinciso con il ruolo di comandante di Cuniberti. Con l’occasione, e un po’ di emozione e commozione, l’agente scelto Simona Bruno e l’agente Romina Panero sono state promosse al ruolo di ispettore di Polizia Locale.

“La parola polizia deriva da politeia, cittadino. È una parola significativa perché voi siete alla difesa del cittadino. Oggi qui ci sono tante uniformi e portare l’uniforme non è facile perché significa dire più no che sì. Voi ricevete un grande incarico dalla polis e per la divisa c'è chi ha dato la vita. Ringrazio i nuovi arrivati e coloro che hanno già donato tanti anni a questa città. Tante uniformi per una stessa bandiera. Siamo lo stato italiano, siamo parte di una storia, parte di una famiglia, di una comunità e dello Stato Italiano” ha detto il sindaco di Fossano Davide Sordella.

L’assessore Michele Mignacca ha voluto ringraziare il corpo polizia locale: “Spesso abbiamo la memoria corta. In questi cinque anni c’è stato un grande lavoro amministrativo per rendere piena l’operatività del comando all'uscita dall’Unione del Fossanese. È stato un quinquennio straordinario collegamento con polizia amministrativa, il Coordinamento di Volontariato Operativo, è stata ripristinata la videosorveglianza, è stato ripristinato il parcheggio sotterraneo. La videosorveglianza consente di reagire anche per reati. Il lavoro svolto non è frutto dell'approssimazione, ma di un sistema tecnico politico con un forte legame con le forze dell'ordine del territorio. I cambiamenti non sono mai facili ma avete dimostrato passione, dedizione e competenza. Sono straordinariamente orgoglioso del corpo di polizia di Fossano. La città deve essere orgogliosa di voi. Avete dimostrato flessibilità, competenza, spirito di servizio e passione”.

agisolda

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium