/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 20 gennaio 2019, 10:02

L'Atl del Cuneese punta sulle due ruote e promuove gli itinerari mototuristici di Granda in tutta Italia

“Un unico itinerario attraverso le valli della provincia di Cuneo – commenta il direttore Bongioanni – che si sviluppa lungo 350 chilometri di curve e 13 colli con 9.500 metri di dislivello positivo"

L'Atl del Cuneese punta sulle due ruote e promuove gli itinerari mototuristici di Granda in tutta Italia

Già ad inizio del 2019, l’ATL del Cuneese si è resa protagonista di una forte azione promozionale volta a sostenere la provincia di Cuneo quale meta turistica adatta ad accogliere ed ospitare turisti da ogni dove. La partecipazione ai saloni fieristici internazionali, quali Motor Bike Expo a Verona dal 17 al 20 gennaio, è occasione ghiotta per promuovere al pubblico interessato la destinazione “Cuneo” declinata alle varie esigenze e necessità del turista. Al Motor Bike Expo l’ATL del Cuneese ha rilanciato alcuni prodotti dedicati al mototurismo quali la Via del Sale Limone-Monesi e la Roa Marenca, proponendo anche un prodotto inedito, l’Intervalliva e grandi eventi legati al mondo della moto.

"In questi giorni a Verona - dichiara soddisfatto il direttore dell'ATL del Cuneese Paolo Bongioanni - stiamo presentando al pubblico l'Agnellotreffen in programma per il 26 e il 27 gennaio prossimi a Pontechianale, con iscritti provenienti da 20 nazioni europee, e l'evento inaugurale dell'Intervalliva che si svolgerà dal 7 al 9 giugno 2019."

Di grande interesse per il pubblico di Motor Bike Expo è la Via del Sale che si sviluppa tra Piemonte e Liguria, con passaggi significativi in terra francese. Un tempo itinerario commerciale, poi divenuto strada militare ed oggi itinerario turistico, la Via del Sale è un caratteristico percorso che, pur superando quote assai elevate (fino ai 2.239 m), non presenta fastidiosi saliscendi e rappresenta oggi meta ideale per il turismo outdoor. Molte le varianti che permettono di partire dalle Alpi per raggiungere il Mar Ligure o la Costa Azzurra e viceversa, con anelli che riconducono alla partenza, attraversando paesaggi unici e di inestimabile bellezza. 

La Roa Marenca, proposta anch'essa con una cartina dedicata, è invece un tracciato che attraversa i Comuni di Frabosa Sottana, Frabosa Soprana, Pamparato, Roburent, Vicoforte, Mondovì, Montaldo, Viola, San Michele Mondovì, Garessio, Ormea, Briaglia, Niella Tanaro, Monasterolo Casotto e Torre Mondovì, lungo quelle che erano le antiche vie per il trasporto del sale, un tempo così prezioso per le sue caratteristiche di conservazione da essere talvolta scambiato allo stesso valore dell’oro. 60 km di strade asfaltate secondarie tra boschi e montagne da cui ci si può avventurare (in bicicletta, moto o 4x4) in percorsi su strade bianche attraverso alcuni anelli.

L’itinerario dell'Intervalliva, ideato e tracciato interamente dal direttore dell’ATL del Cuneese Paolo Bongioanni in compagnia del fotografo Roberto Croci, si sviluppa dal Comune più a sud della provincia, Alto, per concludersi a Rucas di Bagnolo Piemonte, al limitare del confine con la provincia di Torino. “Un unico itinerario attraverso le valli della provincia di Cuneo –  commenta il direttore Bongioanni – che si sviluppa lungo 350 chilometri di curve e 13 colli con 9.500 metri di dislivello positivo. Un nuovo prodotto turistico che, qui a Verona, sta avendo un boom di richieste. Sono certo, dunque, che anche l’Intervalliva ci regalerà grandi soddisfazioni in termini turistici”.

Le cartoguide degli itinerari mototuristici della provincia di Cuneo si possono richiedere gratuitamente all’ATL del Cuneese: tel. 0171.690217 - info.cuneoholiday.com. Tutti i materiali sono scaricabili anche dal sito www.cuneoholiday.com.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium