/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 21 gennaio 2019, 13:51

Cresce l'export in Piemonte: a trainare la Granda vino e produzioni dolciarie

Nel terzo trimestre 2018 6 distretti piemontesi su 11 hanno registrato esportazioni in aumento

Foto generica

Foto generica

Esportazioni piemontesi in crescita nel terzo trimestre 2018, con un aumento di 108 milioni di euro e una variazione in positivo del 4,9%: sono questi i dati rilasciati da Intesa San Paolo nella giornata di oggi (21 gennaio) relativi al monitoraggio dei mesi centrali dell'anno appena passato.

Dopo la lieve flessione del secondo trimestre 2018 le esportazioni dei distretti piemontesi hanno ripreso il cammino verso la crescita registrando nel terzo trimestre una performance nettamente superiore alla media dei distretti italiani (le cui export sono cresciute dell’1,4%) e al manifatturiero piemontese che nel terzo trimestre 2018 ha accusato un leggero arretramento (-0,4% rispetto al terzo trimestre 2017).

L’export risulta ugualmente in crescita (+4%) anche considerando i primi nove mesi 2018.

Le esportazioni distrettuali in Piemonte nel terzo trimestre 2018 hanno raggiunto la quota di 2 miliardi e 311 milioni di euro, molto vicina al picco storico raggiunto nel quarto trimestre 2017.

Il saldo commerciale è stato pari a 1 miliardo e 582 milioni di euro. E’ positivo il fatto che, nel terzo trimestre 2018, 6 distretti piemontesi su 11 hanno registrato esportazioni in aumento.

Significativo il recupero da parte del distretto della Nocciola e frutta piemontese (+61%) e l’aumento di export dei Vini delle Langhe, Roero e Monferrato (+15,8%). Incrementi positivi, anche se più contenuti, per i Dolci di Alba e Cuneo (+2,9%).

L’analisi per mercato di sbocco evidenzia un quadro positivo: sono aumentate in modo sostenuto le esportazioni dei distretti piemontesi verso i mercati maturi (+6,2%) e contestualmente hanno segnato un avanzamento, seppur più contenuto, anche le esportazioni verso i nuovi mercati (+1,4%). La Francia è stato il mercato verso il quale le esportazioni sono cresciute di più (+53 milioni di euro); a seguire Germania (+35 milioni di euro), Stati Uniti (+12 milioni di euro), Polonia (+12 milioni di euro) e Regno Unito (+8 milioni di euro). Tra i mercati che hanno registrato i cali maggiori di esportazioni da parte dei distretti piemontesi troviamo la Svizzera (-13 milioni di euro), Hong Kong (-10 milioni di euro) e l’Austria (-8 milioni di euro).

Le prospettive restano favorevoli, pur in un quadro di rallentamento del commercio mondiale e di elevata incertezza legata alle tensioni geo-politiche presenti sui mercati internazionali.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium