/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 22 gennaio 2019, 17:03

"Lo stop ai TIR in Val Roya è situazione iniqua, illogica e irragionevole": Monica Ciaburro interroga i Ministri competenti

Ciaburro si unisce quindi ai tanti contrari, che sottolineano come i disagi economici alle imprese di autotrasporto abbiano ormai raggiunto volumi preoccupanti

La protesta dei "TIR lumaca" - foto di repertorio

La protesta dei "TIR lumaca" - foto di repertorio

"La situazione lungo la RD6204 non è solo iniqua, illogica e irragionevole, ma soprattutto non coerente con quelli che dovrebbero essere i rapporti di collaborazione tra due paesi europei confinanti".

E' così che l'Onorevole Monica Ciaburro fotografa lo stato delle cose riguardo la viabilità della valle Roya, in una lettera indirizzata ai ministri degli Affari Europei, degli Esteri e delle Infrastrutture e dei Trasporti incentrata specialmente sul tanto discusso divieto di transito ai TIR.

La situazione lungo il naturale proseguimento della nostrana SS20 è la stessa sin dal dicembre 2017, quando il Dipartimento delle Alpi Marittime ha sottoscritto la decisione assunta alcuni mesi prima dalle amministrazioni locali francesi; Ciaburro si unisce quindi ai tanti contrari, che sottolineano come i disagi economici alle imprese di autotrasporto abbiano ormai raggiunto volumi preoccupanti. Oltre tutto questo, la manifestazione dei "TIR lumaca" del 28 dicembre scorso non sembra aver sortito alcun effetto.

"I Ministri coinvolti sono a conoscenza della realtà dei fatti - conclude Ciaburro nella sua lettera - ? E se sì, quali iniziative intendono assumere?"

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium