/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 22 gennaio 2019, 17:30

Continua il processo all’ex funzionario di Motorizzazione Civile per i collaudi e revisioni “fasulli”

Secondo i consulenti delle difese “una prassi normale i controlli veloci”

Foto generica

Foto generica

“Sui veicoli dello stesso tipo i tempi di collaudo possono essere molto ridotti”. E’ quanto hanno riferito questa mattina in tribunale i consulenti tecnici citati dai difensori di V.G.T., ex funzionario della Motorizzazione civile di Madonna dell'Olmo, accusato di  corruzione e falso in atto pubblico per aver attestato falsi collaudi  e revisioni di automezzi pesanti e speciali, e dei  coimputati C.D., E.D., L.C., E.C., titolari di agenzie di pratiche automobilistiche e officine, con attività nel cuneese, saluzzese e braidese.

“Si tratta di una pratica consolidata e standardizzata non solo in provincia di Cuneo”, ha spiegato un ingegnere. “Nel caso di collaudi di più veicoli dello stesso tipo viene esaminato solo il primo mentre per i successivi sono sottoposti a controllo solo alcuni elementi come il numero di telaio, la targhetta ed eventuali altre matricole sui componenti che sono stati montati. In un pomeriggio si possono fare una decina di collaudi”. A ridurre ulteriormente i tempi è la collaborazione da parte del consulente dell’azienda che porta i mezzi al controllo con il tecnico della motorizzazione: “Il consulente predispone una bozza e aiuta nel verificare l’esattezza dei dati. Al termine viene compilato il certificato di approvazione finale”.

Il pm Alberto Braghin invece sostiene che V.G.T. tra i mesi di maggio e ottobre 2012 in cambio dei “favori” di collaudi “veloci” e revisioni fasulle anche fuori sede servendosi di centri specializzati, sarebbe stato ricompensato con la riparazione gratuita della propria auto, la sostituzione dei freni, il pieno di benzina. O ancora,  con il classico pranzo o la bottiglia di vino in regalo.

Il processo è stato rinviato al 26 febbraio per l’esame degli imputati.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium