/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 23 gennaio 2019, 12:15

Dopo la chiusura degli uffici bancari, in Val Bronda arriverà un nuovo bancomat: sarà installato a Castellar

Ieri (martedì) sopralluogo del prosindaco Demarchi, dei tecnici comunali della Città di Saluzzo e dei funzionari delle Poste italiane. Lo sportello ATM sotto l’ala di piazza Cavalier Tomatis

Il sopralluogo di tecnici e Amministratori a Castellar

Il sopralluogo di tecnici e Amministratori a Castellar

Arriverà in primavera, a Castellar, un nuovo sportello bancomat.

Ieri (martedì) è stato svolto un sopralluogo alla presenza del prosindaco Eros Demarchi, dei tecnici comunali della Città di Saluzzo e dei funzionari delle Poste italiane.

Saranno proprio le “Poste” a installare il nuovo sportello ATM “Bancoposta”, sotto l’ala di piazza Cavalier Tomatis.

In un primo momento si era pensato di posizionare l’apparecchio (con la relativa camera blindata per il deposito del contante, all’interno dei locali che fungono già da magazzino. Un’opzione che si è rivelata inattuabile, dal momento che i lavori di adeguamento della struttura erano troppo onerosi.

Si è quindi pensato di posizionare il bancomat all’esterno del magazzino comunale, con un modulo prefabbricato blindato che avrà un ingombro di 1,5 per 3 metri (230 centimetri di altezza).

L’area scelte risponde ai requisiti delle Poste: 8 metri quadrati di superficie minima dell’area, accessibile 24 ore su 24 e priva di barriere architettoniche.

La zona sarà videosorvegliata: si sta inoltre vagliando la migliore soluzione per il collegamento ad Internet (a carico delle Poste), indispensabile per il funzionamento del bancomat. Il Comune installerà solo un punto luce aggiuntivo, per rendere maggiormente illuminata l’area del bancomat.

Un risultato molto importante – commenta il prosindaco Demarchi – non solo per Castellar ma per tutta la comunità della Val Bronda. Con la chiusura, negli anni, degli uffici bancari presenti in vallata, la presenza di un bancomat a Castellar è decisamente importante sia per i cittadini che per i turisti.

Non dimentichiamo la popolazione anziana, che aveva qualche difficoltà, tutti i mesi, nel prelievo della pensione, che ora sarà decisamente più comodo”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium