/ Attualità

Attualità | 28 gennaio 2019, 13:14

Alba, da lunedì 4 febbraio via alle lezioni nella nuova scuola media del quartiere Moretta

Partite le operazioni di trasloco in vista dell’annunciata apertura del plesso scolastico realizzato in via Franco Cencio. Nelle sue quindici aule troveranno posto i 270 allievi della Media "Pertini" di piazza San Paolo

I locali interni dell'istituto in una foto del dicembre scorso

I locali interni dell'istituto in una foto del dicembre scorso

La macchina del trasloco è ormai avviata e l’assessore albese ai Lavori pubblici Alberto Gatto conferma senza esitazioni la data annunciata dal Comune nei primi giorni del dicembre scorso: da lunedì 4 febbraio i 274 allievi della Scuola Media "Pertini" di piazza San Paolo potranno finalmente trasferirsi nella nuovissima sede di via Franco Centro, nel quartiere Moretta, alle spalle del centro sportivo Santa Margherita.

"Stiamo allestendo le aule con gli arredi arrivati la settimana scorsa e in questi giorni, come concordato anche con la dirigenza della scuola, inizieremo a smontare le Lim per trasferirle nel nuovo plesso – ci confermava ancora stamattina l’assessore –. Da lunedì insomma sarà tutto pronto per il regolare svolgimento delle lezioni nella nuova sede".

Tempistica confermata da Wilma Proglio, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Moretta, da cui la "Pertini", dipende
: "Stiamo lavorando perché tutto si svolga nel migliore dei modi, anche grazie alla grande collaborazione messa in campo dai docenti, per far sì che lunedì prossimo sia tutto attivo e funzionante, così da consentire un sereno avvio delle lezioni nelle nuove aule".

Un momento molto atteso quello della messa in funzione del plesso, realizzato in circa tre anni di lavori dalla Franco Barberis di Alba non senza qualche difficoltà nel rispetto dei tempi originariamente previsti per l’ultimazione.
A intralciare il rispetto del cronoprogramma di partenza, costringendo a sospendere il cantiere quando sul sito della Moretta erano stati appena realizzati gli scavi per le fondazioni, era stato il ricorso al Tar presentato da un’impresa cuneese, la Fantino Costruzioni, che aveva preso parte alla gara d’appalto, risultando però esclusa dall’affidamento definitivo, ma i giudici amministrativi ne avevano però poi respinto le istanze, consentendo il ritorno degli operai sul cantiere dopo pochi mesi di stop.

Soprattutto da qui lo slittamento della data di consegna finale dell’opera, che nelle intenzioni di partenza dell’Amministrazione Marello sarebbe dovuta entrare in funzione già nel settembre scorso, per il via del nuovo anno scolastico.

Proprio a settembre sul sito si era svolto un sopralluogo partecipato da una nutrita delegazione di consiglieri comunali, accompagnati nelle aule del nuovo istituto da progettisti e tecnici dell’impresa. Gli stessi torneranno ora a visitare aule e servizi della scuola nell’ambito del sopralluogo convocato dalla 1ª Commissione consiliare per il pomeriggio di questo mercoledì, 30 gennaio.

Costata circa 5.5 milioni di euro, finanziati interamente dal Comune, la struttura conta 3.500 metri quadrati di superficie, organizzati su due livelli. Al piano terreno sono state previste 15 aule, la sala insegnanti, la segreteria, la bidelleria, 4 blocchi di servizi igienici e 2 ampi spazi ricreativi comuni; al primo piano ci sono invece l’aula magna, il laboratorio di informatica, un’aula per il disegno, un laboratorio di scienze, un grande laboratorio musicale, la biblioteca, un’aula di sostegno, locali per deposito e archivio, due blocchi di servizi igienici.

Le ultime settimane di lavoro sono state impegnate per lavorare alle finiture e ultimazioni interne e sulla viabilità intorno all’area esterna della scuola, dove è stato previsto anche un blocco di nuovi parcheggi. Costruito secondo le normative antincendio e antisismiche, l’edificio dispone anche di un impianto fotovoltaico e geotermico.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium