/ Cronaca

Cronaca | 29 gennaio 2019, 11:33

Rilievi con i cani molecolari sulla zona dell'omicidio di Barge: si cerca l’arma del delitto?

Gli inquirenti, nel corso della mattinata, hanno anche compiuto alcuni sopralluoghi lungo il torrente Chiappera, che scorre proprio alle spalle dei “Giardini d’Annonay” dove è stata rinvenuta cadavere Anna Piccato

Rilievi con i cani molecolari sulla zona dell'omicidio di Barge: si cerca l’arma del delitto?

Un’unità cinofila molecolare è giunta in mattinata a Barge, per effettuare alcuni rilievi nella zona di via Giolitti, scenario dell’efferato omicidio nel quale mercoledì mattina ha perso la vita la 70enne Anna Piccato.

Insieme al cane molecolare ad al suo conduttore, i militari dell’Arma dei Carabinieri e del nucleo investigativo.

Il cane ha battuto tutta la strada sul quale si affaccia sia l’ingresso ai “Giardini d’Annonay” dove è stato rinvenuto il cadavere, sia l’abitazione della vittima, che viveva insieme al marito in un appartamento al civico 11.

Il cane è stato anche fatte entrare nel giardinetto pubblico a lato della chiesa di San Rocco.

Le operazioni sono - ovviamente - coperte dal massimo riserbo, complice anche la delicata fase delle indagini.

Non giungono quindi conferme ufficiali in merito al motivo dell’impiego del cane molecolare.

È però ipotizzabile che il “molecolare” sia stato utilizzato per cercare l’arma del delitto.

Gli inquirenti, nel corso della mattinata, hanno anche compiuto alcuni sopralluoghi lungo il torrente Chiappera, che scorre proprio alle spalle dei “Giardini d’Annonay”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium