/ Cronaca

Cronaca | 31 gennaio 2019, 09:45

Sabato i funerali di Anna Piccato: a Barge lutto cittadino e scarpe rosse di fronte ai negozi del paese

L’appello del sindaco Piera Comba è stato recepito dagli esercenti: serrande abbassate durante la celebrazione del rito esequiale. Le bandiere degli edifici pubblici a mezz’asta. Un intero paese si fermerà per l’ultimo saluto alla 70enne uccisa con efferatezza il 23 gennaio

Anna Piccato

Anna Piccato

Come anticipato nei giorni scorsi, la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, a Barge, accoglierà sabato pomeriggio (2 febbraio) il feretro della 70enne Anna Piccato, uccisa con efferatezza mercoledì 23 gennaio e abbandonata, priva di vita, nei “Giardini d’Annonay”, a fianco della chiesa di San Rocco.

Alle ore 14.30 verrà infatti celebrato il rito esequiale che, “per espressa volontà dei congiunti”, si svolgerà in forma strettamente privata.

A darne l’“angosciato” annuncio il marito, Gaetano Morelli, i cognati Silvana e Aldo Bonetto, Luciana Morelli, insieme a nipoti e parenti tutti.

Sabato pomeriggio l’intero paese si fermerà.

Il sindaco Piera Comba ha proclamato, con un’apposita ordinanza, il lutto cittadino, interpretando “il comune sentimento della popolazione”.

“All’annuncio della funesta notizia – ha scritto la Comba nella delibera – il senso di smarrimento e di sgomento ha pervaso l’intera popolazione, all’interno della quale da sempre la signora Piccato si prodigava svolgendo svariate attività sociali.

Riteniamo la partecipazione alla tragica comparsa di Anna Piccato conforme ai sentimenti della popolazione di Barge”.

Le bandiere di tutti gli edifici comunali e pubblici saranno calate a mezz’asta per l’intera giornata di sabato.

Il sindaco ha anche chiesto agli esercenti del paese di “partecipare al lutto cittadino, sospendendo l’attività durante le esequie”.

Un appello recepito appieno dai commercianti bargesi: oltre ad abbassare le serrande dei negozi, gli esercenti hanno concordato di partecipare al momento di lutto esponendo un paio di scarpe rosse, simbolo della lotta alla violenza contro le donne.

“Invitiamo tutta la popolazione a unirsi alla nostra iniziativa” scrivono i negozianti in un manifesto appeso in più punti del paese.

Proprio a Barge, domenica 25 novembre, era stata scoperta la “Panchina rossa”, contro la violenza sulle donne, a pochi metri di distanza da quel “Caffè del borgo” dove, mercoledì 23 gennaio, Anna Piccato si è recata per la consueta colazione del mattino.

Nessuno poteva immaginare che, di li a pochi minuti, Anna – sulla via del ritorno a casa – sarebbe stata assassinata, con diversi colpi sferrati al cranio della donna.

Domani sera (venerdì 1 febbraio) verrà recitato il Santo Rosario, alle ore 20.30, sempre nella Parrocchiale di Barge.

Sempre per volontà dei famigliari, non fiori ma offerte, che saranno devolute all’Istituto di ricerca contro il cancro di Candiolo.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium