/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 03 febbraio 2019, 17:31

"La neve era dello stesso colore, le strade nelle stesse condizioni ma le lamentele erano il 3% di adesso"

Riceviamo e pubblichiamo in replica alla lettera del rappresentante del Virginio-Donadio di Cuneo sulla chiusura delle scuole a Cuneo

"La neve era dello stesso colore, le strade nelle stesse condizioni ma le lamentele erano il 3% di adesso"

Non capisco sinceramente questo accanimento sulle aperture e/o chiusure delle scuole in previsione dell’allerta meteo, soprattutto faccio fatica a comprendere una lamentela sul perché l’amministrazione comunale non sia intervenuta sulla chiusura dei portoni scolastici anche di sabato.

“..ai miei tempi” viene comodo a tutti utilizzarlo (lo farai anche tu il giorno dopo che riceverai il foglio di carta del diploma in mano), non tanto per dimostrare che siamo stati degli Iron Man ad inizio anni 2000 o delle wonder woman a metà degli anni 90, lo si usa perché davvero “ai miei tempi” era completamente diverso rispetto ad oggi.

Mi sono diplomato all’ Alberghiero di Dronero nel 2004, provengo da una frazione di Cuneo a metà tra il capoluogo e Borgo S. D., leva 1985 e tutti questi problemi di chiusura scuole non si sono mai verificati.

Ripenso alla nevicata del 2003 o quella del 2001, si prendeva il pulman, si arrivava dopo il suono della campanella, ma si arrivava a scuola. La neve era dello stesso colore di adesso, le strade ricoperte esattamente uguali a questi giorni ma le lamentele erano il 3% di adesso.

Cos’ è cambiato nel giro di 15 anni?
Parere personale: non è tanto l’amministrazione pubblica ad aver sbagliato a non chiudere le scuole, ma sono quelli che frequentano gli istituti superiori a trovare SCUSE pur di non frequentare.


Che sia l’avvento di Netflix, la ricerca di followers o qualche ora in più nel letto ad impedirvi di prendere un pulman con le strade imbiancate? La realtà sta al di fuori della scuola: anche con la neve, con la grandine o con 40 gradi all’ombra al lavoro ci devi andare e ci andrai, non ci sarà amministrazione comunale che tenga.

Alessandro Degioanni

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium