/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 03 febbraio 2019, 20:28

"Gioielli di Marene": al via gli itinerari alla scoperta del territorio

È entrata nel vivo la collaborazione con l’IIS “Arimondi-Eula”

"Gioielli di Marene": al via gli itinerari alla scoperta del territorio

È entrata nel vivo la collaborazione con l’IIS “Arimondi-Eula” all’interno del più ampio programma “Gioielli di Marene”, che ha l’ambizione di conservare e valorizzare il patrimonio sacro di Marene.

La collaborazione con l’Istituto superiore saviglianese è arrivata alla sua seconda annualità, e fa parte del ramo dei “Gioielli di Marene” incentrato sui giovani e sulla loro consapevolezza dell’importanza e la ricchezza del patrimonio culturale del nostro territorio.

Giovedì 31 gennaio, il gruppo composto dai 22 studenti aderenti all’iniziativa, i sei docenti accompagnatori, il referente Marco Biolatti e il parroco di Marene Don Aldo Giraudo hanno visitato per tutta la giornata il centro storico di Torino.

La prima tappa sono stati i Musei Reali di Torino comprendente il Palazzo Reale, l’annessa Armeria Reale, la Galleria Sabauda e la Cappella della Sacra Sindone, riaperta al pubblico nel 2018 dopo il lungo restauro. Al pomeriggio la comitiva ha visitato la Cappella dei Mercanti, gioiello barocco posto lungo via Garibaldi e raramente aperta al pubblico. Infine, la giornata si è conclusa con una visita guidata alla Real Chiesa di San Lorenzo.

La visita di Torino è la prima di cinque visite che verranno realizzate in questa ultima parte dell’anno scolastico. Nel mese di marzo il gruppo si recherà presso il Centro del Restauro di Venaria Reale, successivamente ad aprile si visiterà l’Abbazia di Staffarda e si effettuerà la suggestiva salita alla Cupola di Vicoforte Mondovì. Infine, nel mese di maggio è prevista la visita ad un cantiere di restauro.

Dopo il seminario sul rilievo con l’ausilio delle nuove tecnologie nel mese di novembre, dove hanno partecipato 60 studenti e 50 professionisti del settore, gli itinerari alla scoperta del territorio sono la seconda fase della complessa collaborazione. Nella bella stagione gli studenti della classe terza geometri si recheranno presso la località Valle a realizzare gratuitamente il rilievo della Cappella di San Defendente. Nell’occasione verrà acquistato dal progetto un drone per effettuare un rilievo 3D della zona. Anche i ragazzi del liceo verranno coinvolti, infatti nell’estate dieci ragazzi (di cui tre di Marene) volontariamente concluderanno la schedatura dei beni mobili contenuti nelle cappelle marenesi.

Tutte queste iniziative sono offerte gratuitamente all’IIS “Arimondi-Eula” e agli studenti, sia grazie ai finanziamenti della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CRT e della Banca CRS Savigliano, sia all’impegno dei volontari della Biblioteca e dell’Associazione “Muovi le mani per Marene” che coraggiosamente mettono a disposizione le proprie competenze facendo rete in un territorio dove non viene dato il giusto peso alla cultura.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium