/ Attualità

Attualità | 04 febbraio 2019, 16:26

Segnale RAI in Piemonte: Giorgio Bergesio pronto a chiamare in causa la Commissione di vigilanza

"La provincia di Cuneo è, purtroppo ormai da decenni, interessata da gravi problemi di ricezione del segnale televisivo Rai, che più volte sono stati rappresentati dalla Commissione di vigilanza e riconosciuti dalla stessa concessionaria"

Foto generica

Foto generica

"I cittadini della provincia di Cuneo, come tutti gli italiani, pagano regolarmente il canone Rai nella bolletta elettrica, ma molti di loro tuttora non possono usufruire del servizio: è un problema che va risolto. Per questo motivo ho presentato un quesito alla Commissione di Vigilanza Rai".

Lo dichiara Giorgio Maria Bergesio, senatore piemontese della Lega.

"La provincia di Cuneo è, purtroppo ormai da decenni, interessata da gravi problemi di ricezione del segnale televisivo Rai, che più volte sono stati rappresentati dalla Commissione di vigilanza e riconosciuti dalla stessa concessionaria. I dati emersi finora sono discordanti: secondo Rai Broadcast i piemontesi interessati dai problemi di ricezione sarebbero circa 50-60 mila; secondo il Corecom del Piemonte, invece, l’entità del disservizio sarebbe ben più ampia, con alcuni comuni - quali per esempio Castelletto Uzzone, Igliano, Montaldo Mondovì -  completamente scoperti dal segnale: almeno 50 mila nella sola provincia di Cuneo, pari all'8% della popolazione. Numeri preoccupanti che, come riportato dagli organi di stampa, rappresentano probabilmente una stima al ribasso, con tanti comuni che arrivano al massimo al 50% della popolazione".

"Serve fare chiarezza, anche alla luce di queste discrepanze tra dati Rai e regionali, per questo motivo ho chiesto alla Società concessionaria delucidazioni circa l’entità del disservizio, nonché di sapere come intendano risolvere in concreto i problemi di ricezione del segnale".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium