/ Attualità

Attualità | 06 febbraio 2019, 09:15

Ancora “preoccupazioni” sul futuro dell’Ipab di Bagnolo Piemonte: l’opposizione chiede un Consiglio comunale ad hoc

Pierluigi Comba torna sulla decisione di esternalizzare i dipendenti: “Non era mai successo che chi amministra la struttura abbia contribuito a creare un clima di astiosità così forte nei confronti del personale”

L'Ipab di Bagnolo Piemonte

L'Ipab di Bagnolo Piemonte

Dopo la raccolta di oltre 700 firme, la questione dell’Ipab “Domenico Bertone” di Bagnolo Piemonte dovrebbe arrivare sui banchi del Consiglio comunale.

L’opposizione consiliare del paese, composta da Pierluigi Comba, Fernando Paire, Piero Agù e Stefano Coalova, ha fatto protocollare a Palazzo la richiesta di convocazione di un’assise ad hoc sulla tematica.

I quattro consiglieri hanno deciso di “manifestare ulteriormente” preoccupazione per quanto sta accadendo all’interno della struttura di Corso Vittorio Emanuele III, angolo via Alcide De Gasperi.

La minoranza si chiede “quale potrà essere il futuro dell’Ipab” alla luce della decisione intrapresa dal “Collegio commissariale” di esternalizzare il personale dipendente, con il passaggio degli operatori (attualmente in carico all’Ente) ad una “global service” esterna.

La manovra rientra nell'operazione di risanamento dei conti della struttura, dopo l'annunciato passivo, pari a 504mila euro.

Non era mai era successo – spiega Pierluigi Comba - che chi amministra, su incarico del Comune, l’Ipab abbia contribuito a creare un clima di astiosità così forte nei confronti del personale, ‘che di fatto gestisce e contribuisce al buon funzionamento dell’Ente’”.

Il riferimento è rivolto ad alcuni “dissapori” che “hanno visto personale della struttura manifestare in piazza, chiedendo solidarietà ed informando i cittadini della reale situazione dell’Ente. – aggiunge Comba - Ecco che, secondo noi, occorre che il Comune dia una risposta agli oltre 700 firmatari della petizione, e il luogo giusto per discutere del problema sia il Consiglio comunale che ci auspichiamo venga convocato in un orario teso a favorire la più ampia partecipazione popolare”.

Il “Collegio commissariale” che gestisce l’Ipab è composto da cinque membri, nominati dal Comune: quattro sono espressione della maggioranza, uno viene invece individuato dall’opposizione.

La maggioranza ha anche designato il presidente, il dottor Dario Ferrero.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium