/ Attualità

Attualità | 06 febbraio 2019, 12:36

Bra, Salita degli Orti chiusa un mese ai mezzi pesanti per consentire i lavori in via Cuneo

Da lunedì 11 Bergoglio riaperta per consentire l’inizio del cantiere che porterà al rifacimento della rotatoria lungo la trafficata arteria braidese

Previsto un mese di lavori all'incrocio tra via Cuneo e via Cherasco a Bra

Previsto un mese di lavori all'incrocio tra via Cuneo e via Cherasco a Bra

Attesi per inizio febbraio e rinviati a causa del maltempo delle scorse settimane, dovrebbero prendere il via dalla prossima settimana gli annunciati lavori per la realizzazione della nuova rotonda all’incrocio tra via Cuneo (Ss 231) e via Cherasco (Sp 661).

Un intervento atteso ma destinato a incidere in modo pesante sulla viabilità locale, visto che porterà il relativo cantiere a impegnare per circa quattro settimane un’arteria cittadina percorsa quotidianamente dall’importante flusso di auto e mezzi pesanti che attraversa la città per recarsi verso gli imbocchi autostradali e le provinciali che conducono al capoluogo di provincia, a Savigliano, Fossano e Saluzzo.

Il condizionale sull’esatta tempistica dell’intervento è comunque ancora d’obbligo considerato che gli ultimi dettagli tecnici sono in corso di definizione in questi giorni tra la Società di Committenza Regionale – ente che realizza l’opera per conto della Regione –, la Provincia e il Comune di Bra. Ma proprio da Cuneo arriva conferma di come, tramite apposita ordinanza, a partire da lunedì 11 febbraio saranno revocate le limitazioni ancora in corso a carico dei mezzi pesanti relativamente alla percorrenza della Salita del Bergoglio, ai piedi di Roreto di Cherasco.   

Un passo obbligato, quest'ultimo, considerato che i lavori braidesi richiederanno la contestuale chiusura agli autoarticolati – in questo caso da parte dell’Anas – della vicina Salita degli Orti, accesso sul quale il traffico era stato indirizzo durante i mesi di lavori che hanno impegnato la salita cheraschese.

Solo una volta che gli operai avranno lasciato Bra si proseguirà con l’ultimo e impegnativo intervento sulla viabilità della zona: la realizzazione della rotatoria di collegamento tra la Sp7 e il nuovo ospedale di Verduno, dove in queste settimane si è lavorato a monte della Provinciale, per l’adeguamento della strada di cantiere alla futura viabilità del nosocomio.
Anche in quel caso saranno previste limitazioni e deviazioni, che – così è stato alla fine deciso dai diversi enti coinvolti – non si sovrapporranno però a quelle necessarie ai due precedenti cantieri.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium