/ Cronaca

Cronaca | 06 febbraio 2019, 17:17

Canale si prepara a dare l’estremo saluto al 53enne Giovanni Lupia

La cerimonia fissata per il pomeriggio di domani, giovedì 7 febbraio, a una settimana dal tragico incidente occorsogli all'interno dello stabilimento Italgelatine di Santa Vittoria

Giovanni Lupia, lascia moglie e tre figli

Giovanni Lupia, lascia moglie e tre figli

Si svolgeranno alle ore 15 di domani, giovedì 7 febbraio, presso la chiesa parrocchiale di San Vittore a Canale i funerali di Giovanni Lupia, il 53enne vittima del tragico incidente sul lavoro accaduto nel pomeriggio di giovedì scorso presso lo stabilimento Italgelatine di Santa Vittoria d’Alba.

Il nulla osta da parte del magistrato che segue le indagini aperte su quanto accaduto in quel drammatico pomeriggio all’interno degli impianti dell’industria alimentare presso cui Lupia lavorava è arrivato solo nelle scorse ore.

Dalle prime ricostruzioni il 53enne carrellista sarebbe stato travolto dal contenuto di un sacco da 600 kg di gelatina in polvere. Una massa enorme che lo avrebbe travolto e ucciso senza che a nulla potessero servire i soccorsi prontamente prestati dai colleghi e dalle ambulanze giunte sul posto insieme all’elicottero del 118 e ai vigili del fuoco.

Mentre nulla trapela dal fronte delle indagini volte ad accertare eventuali responsabilità sull’accaduto, la famiglia e l’intera comunità canalese si preparano a dare l’ultimo saluto al loro congiunto.
Questa sera presso la stessa parrocchia verrà recitato il rosario, mentre la cerimonia di domani vedrà il corteo funebre muoversi dall’abitazione di famiglia, in frazione Madonna di Loreto a Valle del Pozzo, alle ore 14,40.

Ad accompagnare Giovanni nel suo ultimo viaggio verso il cimitero del paese saranno la moglie Enrica Gallino, i figli Beatrice, Lorenzo e Filippo, la sorella Rosella col marito Giuseppe, il fratello Roberto, i suoceri Maria e Filippo.

Secondo il volere della famiglia non fiori, ma opere di bene.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium