/ Curiosità

Curiosità | 06 febbraio 2019, 07:02

"Dall'ambiente a Last Angeles" con Carlo Grande al Lions Club Mondovì Monregalese

"Siamo esseri razionali ma anche istintivi non dobbiamo far prevalere sempre né il nostro lato mentalistico-razionale né il lato istintivo. Sono entrambi necessari"

"Dall'ambiente a Last Angeles" con Carlo Grande  al Lions Club Mondovì Monregalese

Una serata dedicata all'ambiente e alla cultura si è tenuta, per il Lions Club Mondovì Monregalese, presso il ristorante La Borsarella con relatore lo scrittore, sceneggiatore e giornalista Carlo Grande.

"La sua esperienza e dedizione tocca tematiche - ha evidenziato la presidente Tiziana Achino - che vanno considerate congiuntamente: anche l'ambiente è ciò che genera cultura e la cultura dell'ambiente può portare solo a miglioramenti e vantaggi per tutti. Ed è cultura anche un film documentario come Last Angeles, girato in parte in America e in parte a Mondovì".

Molto partecipi alla serata anche i giovani del Leo Club Mondovì Monregalese, con il presidente Pietro Meineri e la Officer distrettuale sul tema ambiente Beatrice Usseglio. Ha portato i saluti dell'amministrazione comunale di Mondovì l'assessore Luca Robaldo e per la Provincia il consigliere Pietro Danna.

Carlo Grande ha evidenziato quanto natura e cultura possano e debbano andare d'accordo, nonostante le apparenze: a volte sembrano rappresentare istanze diverse, in realtà sono due elementi fondamentali della nostra essenza di uomini e ci servono per diventare fino in fondo noi stessi.

Siamo esseri razionali ma anche istintivi - ha detto Grande - non dobbiamo far prevalere sempre né il nostro lato mentalistico-razionale né il lato istintivo. Sono entrambi necessari, sia il bisogno ad esempio di pensare, che il piacere spontaneo di accarezzare un animale, di fare una passeggiata in montagna e in una foresta, di godere di un ambiente pulito e intatto. Bisogna mettere d’accordo questi due poli - ha aggiunto Grande - gestire Natura e Cultura, sia la ragione che il sentimento, per così dire. È vitale essere "civis", avere senso civico e creare civiltà "disboscando" le cose "selvatiche" che ci ostacolano, ma lasciare anche una parte importante di “foresta” simbolica e di radura nella foresta, di ombre inspiegabili, perché ci servono anche il mistero e la fantasia”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium