/ Attualità

Attualità | 07 febbraio 2019, 14:30

Bra si misura con la nuova raccolta rifiuti, il centrodestra critico: così rischiamo l'abbandono lungo le strade

Intanto Bra Servizi precisa: "Cittadini intasano i nostri centralini, ma non siamo noi a gestire il servizio". Con l’inizio di marzo l’azienda di corso Monviso interromperà anche il servizio di igiene urbana finora svolto in 51 Comuni di Langhe e Roero

Bra Servizi precisa: "Non siamo coinvolti nella raccolta in città"

Bra Servizi precisa: "Non siamo coinvolti nella raccolta in città"

L’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti col quale anche Bra si è uniformata alla pratica, promossa dal consorzio Coabser, basata sull’utilizzo del cosiddetto "sacchetto conforme" per i rifiuti indifferenziati, sta suscitando qualche mugugno ai piedi della Zizzola.

Tra reazioni e polemiche, si registrano le critiche che arrivano dai consiglieri comunali del centrodestra, che tramite una nota inviata al nostro giornale intervengono in merito sottolineando "una serie di problematiche e auspicando una rapida risoluzione di queste da parte dell’Amministrazione".

"Abbiamo appreso – si legge nell’intervento – che un gran numero di cittadini braidesi ad oggi non ha ancor a ritirato i kit. Prendiamo altresì atto di una situazione davvero critica dovuta alla confusione e alle tempistiche della distribuzione dei cassonetti. Ma la preoccupazione maggiore non è l'oggi ma il domani e il dopodomani: introdurre dei cassonetti senza chiusura dà a chiunque la possibilità di gettare dei sacchi non conformi all'interno di cassonetti in ogni zona della città anche in quartieri e vie differenti da quelle di residenza. Questo porterà delle sanzioni ma ci domandiamo come sarà possibile andare a individuare gli effettivi trasgressori".

"Pensando poi a una problematica riguardante soprattutto le zone di periferia si sottolinea la criticità legata a chi per negligenza e per il mancato senso civico abbandonerà i sacchetti lungo le strade o ai bordi dei cassonetti".

"In conclusione vorremmo capire cosa si intenda fare per lo smaltimento dei numerosi sacchi 'non conformi' che in questi primi giorni del nuovo servizio si sono accumulato in città, è sacrosanto avvisare i cittadini con dei biglietti sui sacchetti, ma questi vanno smaltiti", concludono preoccupati i consiglieri del centrodestra braidese.

BRA SERVIZI: "NON SIAMO NOI A GESTIRE IL SERVIZIO IN CITTA'"

Sul tema è intervenuta poi la Bra Servizi, azienda da anni leader nella raccolta, trasporto, trattamento e smaltimento rifiuti, che tramite una nota precisa di non essere in realtà coinvolta nell’attuale appalto: "Il centralino di Bra Servizi è stato preso d’assalto da tantissimi cittadini che segnalavano disservizi. Bra Servizi non è in alcun modo coinvolta nel nuovo appalto che ha appena avuto inizio, essendo questo affidato ad Ambiente 2.0, con operatività da parte dell’azienda EnergetikAmbiente in continuità con il servizio già in corso, sebbene con nuove modalità".

Per qualsiasi segnalazione inerente l’appalto di raccolta rifiuti a Bra, l’azienda di corso Monviso invita i cittadini a utilizzare i canali messi a disposizione dal Comune e dal Consorzio Coabser, attraverso l‘ecosportello.

Capisco che per i cittadini non sia facile districarsi nel mondo degli appaltispiega Giuseppe Piumatti, patron di Bra Servizi –. Dall’inizio della nuova raccolta abbiamo ricevuto tantissime telefonate e ogni volta abbiamo spiegato che noi non c’entriamo nulla con il servizio di Bra. Non siamo noi a raccogliere i rifiuti sotto la Zizzola”.

DA MARZO TERMINA L'APPALTO COABSER

Bra Servizi in questi anni ha svolto il servizio di igiene urbana nei Comuni del Consorzio (tranne Alba e Bra), affidataria in Ati con Cooplat. L’appalto terminerà il 1 marzo 2019. Bra Servizi non ha ritenuto possibile prorogare il servizio alle nuove condizioni contrattuali proposte dal Consorzio, per manifesta antieconomicità. Per lo stesso motivo la ditta braidese non ha ritenuto di partecipare al nuovo appalto per i 51 Comuni bandito dal Coabser, aggiudicato provvisoriamente ad Ambiente 2.0, con operatività da parte di EnergetikAmbiente.

Ringrazio le Amministrazioni comunali con le quali in questi anni abbiamo avuto modo di collaborare – commenta ancora Piumatti – e ringrazio gli operatori che, con il loro impegno quotidiano hanno reso un servizio al territorio di cui andare fiero. Uno staff eccezionale che fonda le radici nei valori che sono propri della nostra azienda e che ogni giorno danno grandi soddisfazioni”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium