/ Attualità

Attualità | 07 febbraio 2019, 13:15

La Pro loco di Sanfront è “fiscalmente inattiva” ma rimane lo statuto, in “attesa” di qualcuno che si accolli la gestione dell’Ente

Il 29 gennaio 2018 l’ultima riunione “ufficiale”, alla presenza dell’allora presidente Brikman Allio e del “suo” direttivo, dimissionario. L’onere organizzativo delle manifestazioni del paese, intanto, continua ad essere in capo al Comune

L'assemblea della Pro loco Sanfront del 29 gennaio 2018

L'assemblea della Pro loco Sanfront del 29 gennaio 2018

Con il 31 dicembre 2018 è giunto al termine il periodo di “stand-by” della Pro loco di Sanfront.

Era il 29 gennaio quando il direttivo del sodalizio, guidato da Brikman Allio, si era ritrovato nei locali della sede di via Trieste, dicendosi non più disponibile a proseguire nel suo mandato alla guida dell’Ente organizzativo.

Allio, insieme alla “sua” squadra, era tornato alla guida della Pro loco a gennaio 2017, dopo aver ricoperto la presidenza già in passato, per scongiurare “il rischio che l’Associazione chiudesse i battenti”.

Il mandato del direttivo guidato da Allio è durato un anno, dopo di che il gruppo aveva annunciato le dimissioni.Sin da subito – era stato detto – avevamo detto che il nostro impegno sarebbe stato di un anno, per evitare la chiusura della Pro loco”.

Il 24 gennaio 2018 l’ultimo incontro pubblico, alla presenza del direttivo dimissionario e del sindaco Emidio Meirone, insieme ad una rappresentanza dell’Amministrazione comunale.

Allio e i “suoi”, in quella sede, si erano detti disponibili ad affiancare un nuovo gruppo direttivo, senza però accollarsi in toto la gestione dell’Ente.

Un nuovo direttivo, però, non si è mai presentato, nonostante gli appelli di Comune e Pro loco “dimissionaria”.  

Il sodalizio era dunque tornato ad essere dormiente sino a fine 2018, nell’attesa di qualche volontario disponibile a raccogliere il testimone e portare avanti l’organizzazione di eventi e manifestazioni in paese.

Così non è stato (se si esclude qualche idea lanciata sui social network e mai concretizzatasi) e quindi, dal 1 gennaio, la Pro loco Sanfront è “fiscalmente inattiva”.

Abbiamo mantenuto in piedi il codice fiscale – spiega il presidente dimissionario Allio - così da mantenere valido lo Statuto, in modo che chi verrà dopo di noi non avrà l'onere di redigerne uno nuovo, con tutte le spese connesse. La Pro loco è dunque fiscalmente inattiva.

Sarei veramente felice se qualcuno riprendesse in mano l’Associazione, per il bene di tutto il paese”.

L’onere organizzativo delle manifestazioni del paese, va ricordato, è stato assunto dal Comune, con il supporto di volontari e delle altre realtà associazionistiche presenti sul territorio.

Lo aveva annunciato lo stesso primo cittadino Meirone, nell’ultima riunione del 29 gennaio 2018: “Alcuni eventi – aveva detto - si faranno comunque, grazie all’aiuto di volontari.

Non possiamo andare avanti ad avere Pro loco con cadenze annuali, a questo punto il Comune prenderà in mano la programmazione per garantire lo svolgimento di eventi che non possono non svolgersi. Penso all’Assunta, come al Carnevale”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium