/ Cronaca

Cronaca | 08 febbraio 2019, 17:33

“Hai urtato la mia auto, dammi 450 euro”, ma era una truffa: condannato a un anno di reclusione

Il fatto avvenne nei pressi di Margarita nel giugno 2016

“Hai urtato la mia auto, dammi 450 euro”, ma era una truffa: condannato a un anno di reclusione

Si era accostato con l’auto per fare una telefonata, nel pressi di Margarita, quando era sopraggiunta una Mercedes con a bordo A.S., quarantenne pregiudicato di Cuneo di origine marocchina: “Mi accusò di avergli rigato la macchina e chiese di dargli 450 euro altrimenti avrebbe avvertito i carabinieri”. Il tribunale di Cuneo ha condannato A.S. a un anno di reclusione per truffa per i fatti risalenti al giugno 2016. Il pm aveva chiesto il doppio.

La vittima, un uomo di Peveragno, sebbene fosse sicuro di non avergli urtato l’auto, si era spaventato ed aveva acconsentito a consegnargli la somma. Scortato dall’imputato, aveva prelevato il denaro da un bancomat e glielo aveva consegnato. Ma, insospettito, era andato dai carabinieri per raccontare quanto gli era capitato.

I militari erano riusciti ad identificare A.S. grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza e al numero di targa della sua vettura. Nelle immagini erano riprese le due auto, nessuna delle quali riportava segni di danneggiamento. L’imputato era stato riconosciuto in caserma sull’album fotografico dall’automobilista.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium