/ Cronaca

Cronaca | 08 febbraio 2019, 19:27

Investimento mortale a Cavallermaggiore: bloccata la linea ferroviaria Torino-Cuneo (ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO)

Il fatto è accaduto intorno alle 18.45, a 200 metri dalla stazione di Cavallermaggiore, poco prima del passaggio a livello. Attivati bus sostitutivi tra le stazioni di Carmagnola e quella di Fossano

Il luogo dell'investimento

Il luogo dell'investimento

Una persona, di cui al momento non si conosce l'identità, è stata investita mortalmente dal treno regionale 10213 della tratta Torino-Cuneo. L'incidente è avvenuto intorno alle 18.45 a 200 metri dalla stazione di Cavallermaggiore, all'altezza del passaggio a livello.

La tratta Torino Porta Nuova-Cuneo è al momento bloccata tra Carmagnola e Fossano in entrambe le direzioni.

Il convoglio delle 17.25 è partito dal capoluogo di regione con 20 minuti di ritardo a causa dello sciopero.

I passeggeri, quasi tutto studenti e pendolari, sono fermi sul treno.

Sul posto vigili del fuoco, carabinieri ed ambulanza dell'emergenza sanitaria.

Trenitalia sta attivando bus sostitutivi sulla linea tra le stazioni di Carmagnola e quella di Fossano.

AGGIORNAMENTO DELLE 22.00

La circolazione è ancora interrotta tra Fossano e Carmagnola ed è in corso l'intervento dei necrofori. Al momento manca ancora il nulla osta da parte delle autorità competenti a riattivare almeno uno dei due binari, primo obiettivo.
In servizio ci sono 20 persone di Trenitalia impegnate per fornire assistenza ai viaggiatori nelle stazioni di Torino Porta Nuova, Carmagnola, Cavallermaggiore, Savigliano e Fossano. Sono 10 i bus in circolazione che stanno facendo da spola tra Fossano e Carmagnola.

Il primo bus giunto a Carmagnola intorno alle 21 è stato letteralmente preso d'assalto dai viaggiatori in attesa.

AGGIORNAMENTO DELLE 22.20

Riattivato il traffico ferroviario tra Fossano e Carmagnola in entrambe le direzioni e normalizzata la situazione nelle stazioni ferroviarie coinvolte.

 

 

Mazzariello - Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium