/ Attualità

Attualità | 10 febbraio 2019, 16:45

Villar San Costanzo, domani l’ultimo saluto all’ex maresciallo dei Carabinieri Michelangelo Cossotto

Il funerale alle 11 in parrocchia. Lascia la moglie e il figlio di 14 anni. Aveva lasciato il servizio attivo nell’Arma per l’agricoltura biologica, una sua grande passione. A Villar gestiva “L’Oasi”

Michelangelo Cossotto

Michelangelo Cossotto

Domani, lunedì 11 febbraio alle 11 nella parrocchia di Villar San Costanzo, l’ultimo commosso saluto a Michelangelo Cossotto, 56 anni, maresciallo Capo dei Carabinieri in congedo, deceduto venerdì, dopo una lunga malattia, all’ospedale di Cuneo. Originario di Paesana, si era arruolato nell’Arma nel 1983 e dopo un periodo in Lombardia, aveva prestato servizio a Torino e  a Savigliano, svolgendo in particolare attività investigative.  

Nel 2001 ha lasciato il servizio attivo, congedandosi e dedicandosi alla sua grande passione e sogno: realizzare un’azienda di agricoltura biologica a Villar San Costanzo, “l’Oasi” di cui era titolare.

“Era un carissimo e valido collega, con il quale si sono condivise tante importanti esperienze e risultati di lavoro investigativo. Il suo cuore prevaleva sull’apparenza talvolta burbera - ricorda un collega amico che gli è stato più vicino - Meravigliosa la sua passione per la floricoltura, in particolare per le rose, di cui era un esperto. Proverbiale anche il suo fiuto nel trovare i funghi”.

Lascia la moglie Sandra Giordano, originaria di Crissolo, paese in cui la famiglia ha gestito negli anni una nota panetteria, il figlio Emanuele di 14 anni e la sorella Vilma.

Prestava servizio come volontario nella Croce Rossa di Dronero e, ottimo sciatore, era impegnato sulle piste da sci del Cuneese come soccorritore. Era anche un sub esperto, appassionato di immersioni nei mari tropicali.

 

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium