/ Al Direttore

Al Direttore | 11 febbraio 2019, 12:42

"Sentirsi una persona è determinante per una buona ripresa": il grazie di un lettore alla cardiochirurgia del Santa Croce e Carle di Cuneo

Il signor Rovera è stato sottoposto ad un delicato intervento cardiochirurgico

"Sentirsi una persona è determinante per una buona ripresa": il grazie di un lettore alla cardiochirurgia del Santa Croce e Carle di Cuneo

Egregio direttore,

il mese scorso sono stato sottoposto a un delicato intervento cardiochirurgico presso l'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo.

Con la presente vorrei sottolineare alcuni aspetti professionali ed umani del personale medico ed infermieristico che si è occupato di me e della mia famiglia durante la mia degenza. Le capacità professionali tecnico - chirurgiche di altissimo livello dimostrate, la costante assistenza infermieristica, la disponibilità costante a fornire spiegazioni e nel preoccuparsi di aggiornare me ed i miei familiari sull'evoluzione della guarigione, hanno reso meno doloroso il disagio della sofferenza e la mia permanenza in reparto più serena.

In particolare vorrei ringraziare il Dott. Vincenzo Colucci, oltreche per le indiscusse capacità chirurgiche, per le sue doti umane, quelle che rendono un medico un “GRANDE MEDICO” e una persona speciale.

Altrettanti ringraziamenti vorrei porre a tutto il personale infermieristico: la professionalità, la sensibilità e l'empatia da parte di tutti gli addetti rendono la degenza e i relativi problemi collegati ad essa più sopportabili e meno pesanti. Sentirsi una persona e non un numero è molto importante e determinante per una buona ripresa.  

Grazie ancora a voi tutti,

Chiaffredo Rovera

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium