/ Economia

Economia | 11 febbraio 2019, 19:32

Il collettivo Uilm: "Dopo la mancata fusione ad Alstom serve un piano industriale 2020-2025 per i siti italiani"

La nota arriva in risposta alla comunicazione dell'A.D. di Alstom Savigliano Davide Viale a proposito dei carichi di lavoro all'interno dello stabilimento

Il collettivo Uilm: "Dopo la mancata fusione ad Alstom serve un piano industriale 2020-2025 per i siti italiani"

Il collettivo Uilm dell'Alstom risponde al comunicato diffuso questa mattina e riportato dal nostro giornale sui carichi di lavoro presso lo stabilimento di Savigliano, siglato dall'A.D. Davide Viale. Comunicazione che arriva a pochi giorni dalla bocciatura della commissione europea sul maxi-merger Alstom/Siemens che avrebbe portato a un colosso europeo da 15 miliardi di fatturato annuo, uno dei più grandi al mondo.

Il collettivo Uilm della multinazionale francese in Italia contesta la mancanza di un piano quinquennale anche in vista del mancato accordo sulla fusione.

"Questo era il medesimo film che avevamo sentito nei mesi scorsi, che nessuno nega, e anzi siamo felici di avere lavoro." - si legge nella nota Uilm - "A fine 2018 con queste basi solide Alstom ha provato a cedere il pendolino vecchio, nuovo e futuro, la manutenzione e una parte del segnalamento."

"Se non avessimo avuto il parere negativo dalla commissione antitrust europea sulla fusione Siemens-Alstom" - continua - "e se la commissione non avesse detto alla cessione del pendolino (chiedendo invece la cessione del Velaro della Siemens) oggi noi avremmo il sito diviso in due con circa 200 persone tra operai e impiegati che verrebbero ceduti."

“Visto che la fusione non è andata in porto e permangono le problematiche di concorrenza," - conclude la nota - "chiediamo quali saranno le ricette che Alstom adotterà nel nuovo piano industriale 2020-2025 che coinvolgeranno i siti Alstom in Italia.”

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium