/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | 11 febbraio 2019, 15:15

Dogliani: tutto pronto per "Versi diVersi", laboratorio di poesia condivisa

Appuntamento sabato 16 febbraio a partire dalle 16.30, alla biblioteca civica "Einaudi"

Foto generica

Foto generica

Sabato 16 febbraio presso la Biblioteca Civica "Luigi Einaudi" di Dogliani, a partire dalle 16.30, si terrà il laboratorio di poesia condivisa "Versi diVersi".

Dopo il successo dello scorso anno con lo speed date letterario dedicato agli innamorati (della lettura), celebrati da Beppe Leardi con la sua particolare panchina, nel 2019 la Biblioteca Civica Luigi Einaudi vuole festeggiare l’amore (per i libri) chiamando tutti gli innamorati a mettersi in gioco e a condividere la propria passione durante un laboratorio di poesia condivisa.

Nell’arte, come nella comunicazione, è un momento di contaminazione e sincretismi. Accade spesso che la poesia entri nelle opere d’arte, aggiungendo parole al colore e alle immagini. Si tratta di un fenomeno definito visibile speaking o visual poetry, che sfrutta una particolare tecnica artistica: il collage.

Il collage è una tecnica di scardinamento, fatta di innesti sorprendenti, creatività libera da ogni vincolo. Il campo nel quale il “poeta visivo” opera è immenso: il mondo, le forme, le parole. Il collage gli permette di esplorare questa immensità e di prelevane i pezzi che desidera. Tutte le forme possono diventare significanti.L'immagine del collage accoglie questa poetica del frammento: si organizza per contrasto o su ritmo armonico. Si compone, ordina gesti in libertà, oppure si scioglie nell'astrazione.La sua azione si compie d’istinto e custodisce la differenza, libera ed aperta: combina fra loro elementi della diversità, disposti a vivere insieme nello spazio simbolico del quadro. Nasce da un'idea democratica e riflette l'insieme delle cose legate alla frammentazione della vita quotidiana.

Il collage accade, senza spiegazione, proprio come l’Amore. Amore, che è condivisione. Oggi saremo tutti poeti innamorati, destinati a scegliere a prima vista, per poi cedere all’altro la possibilità di intervenire, cambiare, completare. Completarci.

“È lì che risiede la felicità del collage: quando l'accidente si mischia al necessario.» (Véronique Mauron). 

Come funzionerà il laboratorio di poesia condivisa? Ogni partecipante si improvviserà "poeta visivo”. Avrà  sua  disposizione giornali, adesivi, lettere, forme e parole. Dopo aver iniziato la propria opera d’arte, passerà ad un altro tavolo e continuerà quella iniziata da qualcun altro!Siete pronti ad innamorarvi (della lettura)?

Per iscrizioni 0173 70210, biblioteca.dogliani@gmail.com.

L'evento è aperto a tutti, anche ai più piccoli!

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium