/ Attualità

Attualità | 15 febbraio 2019, 10:35

RFI raddoppia: tra un anno sarà messo in sicurezza anche il cavalcaferrovia verso Mombasiglio

L'opera, come quella che conduce verso borgata San Paolo (che sarà ripristinata entro Pasqua), insiste sul territorio comunale di San Michele Mondovì. L'intervento costerà 350mila euro e comporterà la temporanea chiusura della tratta Fossano-Ceva

RFI raddoppia: tra un anno sarà messo in sicurezza anche il cavalcaferrovia verso Mombasiglio

RFI non lascia, anzi, raddoppia: dopo l'annuncio dell'avvio imminente dei lavori per la messa in sicurezza del cavalcaferrovia di San Michele Mondovì in direzione borgata San Paolo (clicca qui per approfondire la notizia), nei giorni scorsi è emerso che entro il 2020 anche il ponte che conduce verso la val Mongia subirà analogo trattamento.

È l'esito dell'incontro tenutosi la scorsa settimana fra i primi cittadini di San Michele Mondovì, Lesegno, Mombasiglio, Scagnello, Lisio, Battifollo e Viola; un rendez-vous al quale hanno preso parte anche il consigliere provinciale Pietro Danna e l'ingegnere della Provincia di Cuneo Giuseppe Giamello

Come dichiara il sindaco di Mombasiglio, Aldo Michelotti"abbiamo scoperto che le decisioni di RFI sono state adottate in seguito a precise e puntuali perizie, eseguite con estrema precisione e serietà. RFI si farà quindi carico della risistemazione dei due ponti: i tempi saranno più brevi per il ponte verso borgata San Paolo, anche in funzione di un intervento di minore entità e privo di importanti problemi organizzativi".

Il cavalcaferrovia che collega la val Mongia alla statale, invece, richiede una tempistica più lunga per alcuni motivi: diversa struttura, costi più elevati, necessità di chiudere l'intera linea ferroviaria per più giorni. Tuttavia, malgrado le difficoltà, i tempi stimati per l'intervento sono di 12 mesi circa, con un costo di 350mila euro a totale carico di RFI e il ripristino della portata massima a quota 20 tonnellate.

I sindaci, uniti, sottolineano con piacere la disponibilità e l'impegno riscontrati da parte della Provincia, di RFI, di tutti gli enti e dei politici cuneesi per addivenire in tempi brevi alla soluzione del problema.

Soddisfatto anche il consigliere provinciale Danna: "Ho incontrato volentieri i sindaci della val Mongia al fine di fare chiarezza su quanto emerso dall'incontro tenutosi a fine gennaio in RFI a Torino - ha asserito -. Anche sul cavalcaferrovia verso Mombasiglio, come per quello verso la frazione San Paolo, RFI si è assunta il preciso impegno di intervenire a sue spese per ripristinare l'originale potenza di carico della infrastruttura in questione. I tempi, tuttavia, come spiegato ai sindaci dall'ingegnere Giamello, saranno più lunghi rispetto al ponte verso San Paolo, a causa della conformità del cavalcaferrovia stesso e del tipo di intervento che bisognerà realizzare. Ad ogni modo siamo soddisfatti dell'attenzione che RFI ha dedicato alla problematica in questione e confidiamo di avere un orizzonte temporale più preciso a breve".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium