/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 16 febbraio 2019, 08:00

Quali sono i maggiori benefici del pisolino?

In inglese lo chiamano “power nap”, sottolineando la sua capacità di farci recuperare energia

Quali sono i maggiori benefici del pisolino?

Pisolino, pennichella, riposino. I numerosi soprannomi che gli italiani hanno affibbiato al riposino pomeridiano, ma anche di metà mattina, o serale, ne testimoniano la diffusione generale. La ragione è semplice, tutti lo amano perché ci fa sentire bene. Non a caso in inglese lo chiamano “power nap”, sottolineando la sua capacità di farci recuperare energia. In questo articolo vedremo tutti i benefici di un breve riposo.

Gli effetti sulla salute

Secondo uno studio della National Sleep Foundation, il riposino produce numerosi effetti positivi sulla nostra salute. In particolare è stato dimostrato che un riposo di 20 minuti migliora le condizioni generali del sistema cardiocircolatorio riducendo il rischio di insorgenza delle malattie cardiovascolari. Lo stesso si può dire dei dolori muscolari, perché un buon riposo ci consente di distendere tutta la muscolatura evitando infiammazioni.

Addio stress

Tra i suoi effetti benefici, il riposo ha quello di ridurre drasticamente la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress. Questo sia a livello mentale che fisico, perché la posizione sdraiata ci consente di rilassare completamente la muscolatura. Per questo motivo, è importante riposare su un supporto adeguato, dotandosi di un buon cuscino e soprattutto di un buon materasso, che sufficientemente morbido ma anche in grado di sostenerci senza farci assumere posizioni dannose per la postura. Non c’è niente di meno riposante che alzarsi sentendo i muscoli incordati e le ossa rotte.

Più attenti e di buon umore

Il pisolino migliora le nostre prestazioni sia fisiche che mentali, rendendoci più produttivi sul lavoro, e meno affaticati quando affrontiamo l’allenamento in palestra. Inoltre, così come la deprivazione del sonno incide negativamente sull’umore, un breve riposo può riportarlo alle condizioni ottimali. Inoltre, come tutti sanno, il sonno è il migliore amico della digestione, e una cattiva digestione porta a sentirsi più stanchi e irritabili, mentre sentirsi sgonfi dona istantaneamente una sensazione di benessere.

Dormire di più per una buona memoria

Durante il sonno, le informazioni che abbiamo appreso si collegano tra loro e si sedimentano. Sappiamo da sempre che questo vale per il riposo notturno. Fortunatamente però, è stato dimostrato che otteniamo lo stesso beneficio con un breve riposo. Anche in questo caso però, il modo in cui si riposa è particolarmente importante.  Perché la memoria sia in grado di lavorare durante il nostro sonno, infatti, è necessario che non siamo distratti da altri fattori, come un cuscino o un materasso scomodo. Insomma, dotarci di un buon materasso, oltre che più sani, ci renderà anche più intelligenti.

Qualche suggerimento per un buon riposo

Per garantirti un sonnellino davvero riposante, puoi adottare qualche piccolo accorgimento. Ad esempio, non assumere caffè e bevande energetiche subito prima di coricarti, perché ovviamente ti impediranno di prendere sonno. Non fare pasti eccessivamente pesanti, dal momento che una digestione difficoltosa tende a risvegli causati dai reflussi acidi, e in generale non permette di riposare bene. Dotati di un materasso comodo che ti supporti in modo adeguato. Cerca di avere quanto più possibile buio e silenzio, come faresti per il riposo notturno.

E adesso, buon pisolino rigenerante a tutti.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium