/ Attualità

Attualità | 19 febbraio 2019, 17:00

Un logo raggrupperà tutte le strutture ricettive delle Valli Occitane a “dimensione famiglia”

“FAM.VISO” è il progetto lanciato dall’Unione montana della Val Varaita, che comprenderà tutti i locali e gli esercizi delle Unioni del Monviso, Valle Maira, Valle Grana, Valle Stura, il Consozio del Bacino Imbrifero Montano del Varaita e l’Office de Tourisme du Guillestrois et du Queyras

Immagine generica

Immagine generica

Si chiama “FAM.VISO” e sarà il sistema che certificherà tutte quelle realtà turistiche ritenute adatte all’accoglienza di famiglie con bambini.

Il progetto parte dalla Val Varaita: qui, l’Unione montana dei Comuni (ente capofila) ha pensato di creare una rete di punti d’accoglienza turistica, per “fare emergere l’area delle Valli Occitane del Monviso come territorio accogliente e turisticamente appetibile per il mercato turistico familiare e scolastico, attraverso una più attenta valorizzazione delle sue risorse naturali, culturali, paesaggistiche ed umane”.

L’iniziativa coinvolge anche le Unioni del Monviso, Valle Maira, Valle Grana, Valle Stura, il Consozio del Bacino Imbrifero Montano del Varaita e l’Office de Tourisme du Guillestrois et du Queyras”.

Continua dunque l’attività del Progetto Interreg Alcotra “Pluf!” (Progetto ludico unificato per famiglie).

L’obiettivo? “Creare un’area riconosciuta e certificata per la qualità dell’accoglienza turistica rivolta alle famiglie e ai bambini sul territorio transfrontaliero del Monviso”.

Lo scorso anno è stato portato a termine un censimento delle strutture ricettive del territorio interessato dal progetto: “è emerso che molte realtà turistiche del territorio sono in possesso dei requisiti per aderire a questo strumento di promozione e di valorizzazione del mercato turistico locale”, spiegano dall’Unione Valle Varaita.

In base ai dati raccolti dal censimento, poi, sono stati studiati criteri e le modalità di adesione al marchio.

“Seggioloni o tavoli a misura di bambino, fasciatoi in ambienti accessibili ai clienti, giochi o materiale da disegno per bambini – continuano dall’Unione - sono solo alcuni dei parametri che il sistema di certificazione prende in considerazione per l’adesione al marchio di qualità”.

Il sistema “FAM.VISO” sarà identificabile attraverso un marchio che attualmente è in fase di studio.

“Lo scopo – rimarcano dalla Val Varaita - è quindi far emergere chiaramente la vocazione di questo territorio nei confronti del target turistico famigliare.

Prova ne sia che tutte le strutture ricettive, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, gli enti pubblici e le organizzazioni culturali e ricreative che operano sul territorio possono aderire gratuitamente a questo sistema di accoglienza, che verrà promosso attraverso la realizzazione di strumenti informativi cartacei e digitali, mediante la veicolazione di informazioni attraverso canali giornalistici, social e digitali in genere e con la partecipazione a fiere internazionali di settore”.

Si tratta di un’interessante opportunità per presentarsi al target del turismo familiare e scolastico come aderenti ad una rete in grado di soddisfarne le specifiche esigenze, - ricorda Silvano Dovetta, presidente dell’Unione montana Valle Varaita ­- mettendo in evidenza un’offerta di prodotti e servizi dedicati per famiglie ben strutturata ed organizzata, lavorando in rete con altri operatori e contribuendo ad incrementare la presenza di turisti sul territorio”.

Negli uffici delle Unioni montane che aderiscono al progetto è possibile richiedere tutte le informazioni necessarie ed è inoltre possibile reperire il protocollo per l’adesione al sistema di accoglienza.

Nelle prossime settimane gli incaricati delle Unioni prenderanno contatti con le diverse realtà di ciascun ambito territoriale per proporre l’adesione al progetto.

Nicolò Bertola

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium