/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 19 febbraio 2019, 20:01

Al via i controlli sanitari ai lavoratori ex esposti amianto

Sarà operativo a partire da marzo il gruppo di lavoro composto da personale del Centro Sanitario Amianto, delle Università, degli Spresal e della SCDU Epidemiologia dei Tumori dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino che avrà il compito di aggiornare il registro dei lavoratori

Al via i controlli sanitari ai lavoratori ex esposti amianto

Sarà operativo a partire dal mese di marzo il gruppo di lavoro composto da personale del Centro Sanitario Amianto, delle Università, degli Spresal e della SCDU Epidemiologia dei Tumori dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino che avrà il compito di aggiornare il registro dei lavoratori ex esposti all’amianto, completandolo con l’utilizzo e la verifica di nuove fonti.

È quanto ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta nel rispondere all’interrogazione a risposta immediata del consigliere di Forza Italia Francesco Graglia, nell’ambito delle question time del pomeriggio, in Consiglio regionale. “Sono passati 27 anni - ha sottolineato Graglia in aula - dalla legge nazionale che ha vietato ogni forma di utilizzo e commercio della fibra di amianto e un anno  dall’individuazione delle azioni che le   Regioni devono mettere in atto per il controllo sanitario dei lavoratori ex esposti all’Amianto, cosi come previsto dal protocollo d’intesa Stato-Regioni dello scorso febbraio 2018. Occorre oggi avere tempi e nominativi certi”.

“I dati per l’aggiornamento dell’elenco dei 17 mila lavoratori già iscritti ad un registro regionale nel 2014, verranno richiesti a tutte le industrie e attività economiche note per aver operato in passato nel settore della trasformazione dell’amianto e per quelle note per aver utilizzato grandi quantitativi di materiali contenenti amianto - ha specificato Saitta -  Oltre alla consultazione degli archivi Inail e Inps, verrà introdotto l’utilizzo di nuova documentazione, come i libri matricola delle aziende dove si verificava esposizione ad amianto. La Regione avvierà inoltre, grazie a un accordo quadro con i medici di famiglia, un percorso ad hoc per il controllo sanitario dei lavoratori ex esposti ad amianto che prevede il riconoscimento nominativo, l’identificazione del loro medico di Medicina generale attraverso gli archivi del Servizio sanitario nazionale e la segnalazione al medico di Medicina generale dei suoi assistiti a rischio di malattie di amianto. Il coordinamento con i medici di famiglia - conclude l’assessore - appare fondamentale per assicurare un intervento capillare sul territorio regionale e tempi congrui per l'intervento assistenziale di sorveglianza, anche in considerazione della conoscenza delle condizioni cliniche degli assistiti da parte degli stessi medici".  

Durante la sessione del question time è stata data risposta anche alle interrogazioni Benito Sinatora (Lega Nord) su situazione Venezuelana; di Roberto Ravello (Fratelli d’Italia) su dl semplificazioni situazione delle grandi derivazioni in Piemonte; di Domenico Valter Ottria (Liberi e Uguali) su stabilizzazione medici 118; di Marco Grimaldi (Liberi e Uguali) su stabilimento Hydrochem di Pieve Vergone; di Stefania Batzella (Moderati) su sovraffollamento pronto soccorso di Susa; di Nadia Conticelli (Partito democratico) su vicenda Cisp S.p.a.; di Luca Cassiani (Partito democratico) sulla crisi della filiera gioco legale; di Vittorio Barazzotto (Partito democratico) sul servizio analisi ospedale di Biella; di Giorgio Bertola (Movimento5 stelle) su problematiche servizio erogato dall’azienda AMAG mobilità; di Gianpaolo Andrissi (Movimento5 stelle) sul mancato trasferimento in capo a concessionario dei rischi e contratto di concessione dell’AOU Maggiore della Carità di Novara; di Francesca Frediani (Movimento5 stelle) sulle criticità CUP Asl To3.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium