/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 21 febbraio 2019, 08:32

"In cucina con Cannavacciuolo": l'esperienza "stellata" della giovane Marika Dho

Mattinata a Villa Crespi, nel regno del cuoco partenopeo più famoso d'Italia, per lo chef della trattoria "Vecchio Mulino" di Niella Tanaro: ecco il suo racconto

"In cucina con Cannavacciuolo": l'esperienza "stellata" della giovane Marika Dho

Venerdì 15 febbraio 2019: una data che Marika Dho, giovane chef di talento della trattoria "Vecchio Mulino" di Niella Tanaro, ricorderà per sempre. Quel giorno, infatti, ha vissuto un'esperienza che lei stessa definisce "grandiosa", prendendo parte alla "Cannavacciuolo Chef Experience", un corso di cucina di circa tre ore direttamente nel regno del cuoco partenopeo più famoso d'Italia, il "Relais et Châteaux Villa Crespi", sulle rive del lago d'Orta.

"Si tratta di uno dei regali ricevuti in occasione delle mie nozze - racconta Marika, recentemente sposatasi con il campione di rally Michele Tassone -: una mattinata all'interno della brigata di cucina dello chef Antonino Cannavacciuolo, composta da 35 persone che si muovono all'unisono, in maniera celere ed estremamente coordinata. Abbiamo lavorato direttamente nella cucina di Villa Crespi, grande quanto la planimetria dello stesso edificio, e i due sous chef ci hanno accompagnato passo a passo nella preparazione di tre ricette: un antipasto, un primo e un dolce".

E Cannavacciuolo? "L'abbiamo visto e incontrato - commenta emozionata Marika -. È gentile, simpatico e alla mano. Cosa mi ha colpito di più della sua cucina? La scelta degli ingredienti: tutti di prima qualità".

Promosso a pieni voti anche l'ambiente: "Si respirava un clima di armonia e collaborazione, distante anni luce da quello scontroso, serio e sgarbato che viene mostrato spesso nei reality televisivi. Senza dubbio questa visita mi ha ispirato profondamente. Non nego che mi piacerebbe tantissimo lavorare a Villa Crespi, ma, in ogni caso, ho ricevuto nuovi stimoli per esercitare al meglio la mia professione".

Da oggi, dunque, al "Vecchio Mulino" di Niella Tanaro ci sarà un pizzico di cultura partenopea, stellata, in più...

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium