/ Sanità

Sanità | 22 febbraio 2019, 07:27

"Abbiamo già investito 10milioni di euro per ridurre le liste d'attesa, ora il Governo finanzi l'aumento del personale"

Così l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, a commento del piano per la riduzione delle liste d’attesa predisposto dal Ministero della Salute.

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

“Il Piemonte in questi anni ha anticipato con il proprio piano regionale gran parte delle azioni oggi contenute nel piano nazionale per ridurre le liste di attesa presentato dal Governo. Questo ha permesso alla Giunta regionale, lo scorso autunno, di approvare e finanziare concretamente con 10 milioni di euro piani specifici per ogni singola Asl, che prevedono l’aumento del personale dove necessario, l’estensione degli orari di apertura di strutture e ambulatori, la contrattualizzazione di prestazioni aggiuntive con il privato accreditato: nelle prossime settimane presenteremo i primi risultati ottenuti”.  

E’ il commento dell’assessore regionale alla Sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta al piano per la riduzione delle liste d’attesa predisposto dal Ministero della Salute.  

“Per rendere davvero efficace il piano nazionale – aggiunge l’assessore Saitta -, è necessario ora che il Governo metta a disposizione risorse certe e destinate a finanziare l’aumento del personale, che è l’unica strada attraverso la quale si può ottenere un incremento effettivo delle prestazioni erogate. I fondi stanziati dal Governo nella Legge di bilancio, vincolati esclusivamente agli investimenti, non consentono infatti di effettuare alcuna assunzione”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium