/ Fossanese

Fossanese | 07 marzo 2019, 12:15

Le 6… Cento Lampadine di Cristina Ballario. Presentato Enzo Brizio che correrà con lei (VIDEO)

La candidata ha annunciato i temi delle 6 liste che appoggiano la sua corsa al Palazzo Comunale

Le 6… Cento Lampadine di Cristina Ballario. Presentato Enzo Brizio che correrà con lei (VIDEO)

“La mia candidatura è legata a una lista civica, alla quale se ne sono aggiunte altre cinque”. Ha esordito così ieri, mercoledì 6 marzo la candidata sindaco Cristina Ballario che ha incontrato per la quarta volta collaboratori e cittadini per raccontare il suo metodo e il suo programma.

Le sei liste avranno dei profili fortemente tematici e saranno costituite in modo da costituire dei tavoli di lavoro: sport, manifestazioni e giovani; attività economiche; welfare, famiglia e disabilità; cultura e intercultura; bilancio; ambiente e territorio.

La Ballario ha anche illustrato il metodo di lavoro che partirà proprio dalla vocazione tematica delle liste per “un programma concreto, credibile e misurabile che ben si adatta alla vocazione del territorio e per il quale ogni persona può essere luce con le proprie idee e l’insieme di tante idee può diventare luce per una città che si sta spegnendo dopo un letargo durato 25 anni”.

La Ballario è partita dalle parole chiave del suo percorso, frutto di cinque anni da assessore nei quali ha registrato tutte le migliorie che, attraverso un metodo di lavoro sistematico, potranno essere apportate: la presenza non intesa come mero presenzialismo, la competenza e la flessibilità, la concretezza e il principio del buon andamento. Come metodo intende partire dall’ascolto attivo dei cittadini, datori di lavoro dei dipendenti pubblici, dalla partecipazione, dalla responsabilità e dal lavoro di squadra sia per quanto riguarda le liste, sia per l’organizzazione del lavoro della macchina comunale.

I temi che accompagneranno il mandato sindacale in caso di elezione i punti cardine saranno diversi:

-          Lavoro: “In questi cinque anni mi sono trovata ad affrontare quattro crisi occupazionali: la chiusura della scuola allievi Carabinieri, dove lavoravano diverse donne impiegate in cooperative, della Riorda, della Michelin e, nei mesi più recenti della linea fette biscottate della Colussi. Quello che è stato applicato è il metodo del Network che ha incrociato le domande e le offerte e ha consentito di risolvere la maggior parte delle situazioni” ha spiegato la Ballario illustrando il metodo del Network come quello che intende applicare anche agli altri settori;

-          Manutenzioni e vere pubblico con l’obiettivo “di investire in questi campi anche attraverso lo strumento dell’accordo quadro e dell’affidamento diretto per i piccoli importi in modo da intervenire tempestivamente”;

-          Sviluppo del territorio con la creazione di “un ente manifestazioni che organizzi e gestisca gli eventi con l’appoggio degli uffici comunali per la parte burocratica”.

-          Un centro storico più vivibile anche attraverso lo stimolo all’insediamento di nuove attività produttive;

-          Il recupero delle aree dismesse o la loro alienazione;

-          Lo sport per tutti;

-          La realizzazione di aree verdi per gli amici a 4 zampe.

“Il sistema è cristallizzato da troppo tempo. Occorre adattarsi al mondo che evolve: le norme non possono restare al Medioevo” ha concluso la Ballario.

In chiusura del suo intervento Cristina Ballario ha anche annunciato che al suo fianco ci sarà Enzo Brizio che, in caso di elezione sarà vice sindaco. Brizio, medico in pensione, è consigliere comunale nelle fila delle Cento Lampadine e ha ricoperto, nel mandato Sordella, la carica di delegato alla Sanità.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium