/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 12 marzo 2019, 19:48

"Non posso accettare che venga tirata in ballo, in un processo per stupro, l’avvenenza della ragazza"

Riceviamo e pubblichiamo dall'on. Monica Ciaburro

"Non posso accettare che venga tirata in ballo, in un processo per stupro, l’avvenenza della ragazza"

L’8 marzo è appena trascorso e leggere oggi la notizia che 3 giudici donna hanno rinviato a Tribunale, per un nuovo processo una sentenza che condannava uno stupratore, adducendo come attenuante il fatto che la ragazza violentata non fosse particolarmente piacente, lo trovo aberrante.

Non voglio entrare nel merito del giudizio, non ne ho alcuna contezza in merito, ma non posso, da donna e da Deputato, accettare che venga tirata in ballo, in un processo per stupro, l’avvenenza della ragazza.

Ma cosa è scattato nella mente di queste 3 signore Giudice?

Come è mai possibile usare come discrimine la “bellezza” per giustificare uno dei crimini più orribili che una donna possa subire? Ebbene, gentili signore Giudici, forse dovreste farvi un serio esame di coscienza, perché voi state aggiungendo a quella ragazza un macigno enorme sulla sua anima indelebilmente segnata.

On. Monica Ciaburro

lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium