/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 12 marzo 2019, 13:43

"Fatelo smettere prima che sia troppo tardi": lettera anonima contro Tea, pastore tedesco che vive a Borgo San Dalmazzo

Il padrone del cane ha presentato un esposto per quanto accaduto

"Fatelo smettere prima che sia troppo tardi": lettera anonima contro Tea, pastore tedesco che vive a Borgo San Dalmazzo

"Per favore, fatelo smettere di abbaiare. Prima che sia troppo tardi". Una lettera spedita da Torino, scritta in stampatello, senza alcun riferimento. Anonima. I destinatari sono marito e moglie, una coppia di persone anziane che, nelle ore diurne, badano al cane del genero, un pastore tedesco di nome Tea.

A raccontarci l'accaduto il padrone effettivo del cane. "E' con me da un anno, era stato lasciato per due settimane chiuso in una cantina al buio, abbandonato. Dopo aver cercato di chi fosse, ho deciso di tenerlo". 

Tea ha subito dei traumi forti. Se lasciata sola, spesso abbaia. "E' viva", ci dice sempre il suo padrone. Che aggiunge: "Di notte me la porto in casa, se ci sono io non abbaia".

Questa lettera, datata 4 marzo, è stata portata presso la stazione dei carabinieri di Borgo San Dalmazzo, dove è stato presentato un esposto.

"Sono molto preoccupato e dispiaciuto per quanto accaduto. Ho fatto il giro dei vicini, per chiedere chi me la avesse mandata. Tra l'altro spedendola da Torino. Ovviamente tutti hanno negato in modo perentorio. Tea abbaia come tutti i cani quando sente dei rumori o quando si avvicina qualcuno. Di notte non disturba nessuno. Un gesto davvero vergognoso, che ha fatto male a me ma soprattutto ai miei suoceri".

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium