/ Sanità

Sanità | 15 marzo 2019, 12:05

Fossano: porte aperte in Medicina Sportiva per la "Giornata Mondiale dell'Attività Fisica"

Appuntamento il prossimo 6 aprile

Foto generica

Foto generica

Il 6 aprile prossimo, in occasione della “Giornata Mondiale dell’Attività Fisica”, la struttura di Medicina Sportiva dell’Asl CN1 con sede a Fossano organizza un “Porte Aperte” al fine di promuovere e facilitare l’assunzione di stili di vita salutari e tra questi di particolare interesse risulta la pratica del cammino.

Chiamando il numero 0172/699336 o 699241 (chiamare tra le 8:30 e le 12:00), sarà possibile accedere alla SSD Medicina Sportiva per effettuare un ECG di screening, che verrà valutato dai medici della Struttura. Agli utenti verrà proposto un breve intervento formativo sulle strategie semplici e alla portata di tutti per aumentare i propri livelli di attività fisica, ovviando alle difficoltà di un quotidiano sempre più impegnativo.

Al termine dell’incontro è prevista una camminata di gruppo della durata di circa 30 minuti, guidata da un accompagnatore dell’Asl CN1 appositamente formato, in modo da consentire ai partecipanti di fare esperienza di quanto illustrato, nella convinzione che questo possa costituire un innesco positivo a migliorare il proprio stile di vita.

Si ricorda di vestirsi con un abbigliamento comodo, indossando scarpe da ginnastica; chi lo possiede può portare un contapassi (vanno bene anche le applicazioni del cellulare scaricabili gratuitamente) così si potrà scoprire, insieme, quanti passi ci aiutano a stare più in forma e in salute. Poco movimento E’ ormai patrimonio collettivo che l’attività fisica promuova il benessere e la salute psico-fisica, contribuisca a prevenire molte malattie croniche, migliori le relazioni sociali e la qualità della vita, produca benefici economici e contribuisca alla sostenibilità ambientale: ne consegue che iniziative che promuovono la salute e l’attività fisica, offrendo una serie di opportunità facilmente accessibili nei diversi contesti di vita e di lavoro, determinano di fatto un miglioramento della salute della popolazione.

La giornata nasce con l’intento di sensibilizzare la popolazione sulla necessità di muoversi di più. Infatti, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel mondo un adulto su 4 non è sufficientemente attivo e l’80% degli adolescenti non raggiunge i livelli raccomandati di attività fisica: questa può diventare “farmaco” per la salute e il benessere psico-fisico di tutti a qualunque età e il 6 aprile rappresenta un’occasione per avere indicazioni competenti sull’argomento.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium