/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 18 marzo 2019, 16:19

Afp, nuova sede, pilastri solidi nella formazione professionale e un modello che guarda il futuro insieme al territorio

Inaugurata la nuova sede legale a Dronero. Il taglio del nastro con l’immersione qualificata nella realtà professionale e la benedizione del vescovo Bodo. Afp si candida ad agenzia di sviluppo del territorio. Nella nuova sede, dove convivono altre 7 aziende, si sviluppa il futuro della formazione che prima studia i fabbisogni e poi elabora una progettazione integrata

Dronero, la squadra Afp nella nuova sede

Dronero, la squadra Afp nella nuova sede

La nuova sede legale di Afp (Agenzia di formazione professionale) a Dronero è stata inaugurata venerdì 15 marzo alla presenza di un folto parterre di rappresentanti delle istituzioni: Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Comune di Dronero, soci AFP, Fondazione Cr Cuneo, Bacino Imbrifero Montano Valli Maira e Grana, oltre a scuole, agenzie formative e numerose aziende che collaborano con Afp.

Non il classico taglio del nastro, ma un’immersione nella realtà della formazione e dell’Agenzia con i suoi 65 anni di storia, il suo presente e soprattutto il suo futuro, parola chiave del direttore generale Ingrid Brizio.

Futuro che si progetterà nella nuova sede in via G.B. Conte 19 a Dronero, completamente riqualificata e già operativa dal settembre dello scorso anno, dopo il trasferimento da via Meucci.

Sei i nuovi uffici, 11 le persone che vi lavorano. La mattinata dalla fitta scaletta, coordinata dal nostro giornalista Gian Paolo Testa, ha visto illustrare il patto per lo sviluppo territoriale con gli attori protagonisti: il Bim acquisitore dell’immobile, con l’aiuto della Fondazione CR di Cuneo che lo ha poi affittato all’ AFP, con l'opzione di riscatto in proprietà.

Protagonista assoluta la formazione professionale sviluppata in un progetto che prevede nuovi servizi per il territorio, la filosofia che caratterizza Afp e i corsi attivi o in fieri nei tre Centri illustrati dai rispettivi direttori: Raffaella Gramaglia Cfp Cuneo, Gianluca Bordiga Cfp Dronero e Massimo Gianti Cfp Verzuolo.

"La nuova sede - afferma il direttore generale – diventerà un punto di riferimento per il territorio, dove si sviluppano competenze e dove è possibile dare vita ad un centro di ricerca ed analisi che analizza i fabbisogni, li traduce in progetti locali, lavorando in rete con tutto il territorio e con tutti i suoi attori.”

Si prevede un potenziamento dei servizi al lavoro per garantire alle imprese, personale sempre più qualificato e formato in modo innovativo. I fondamentali del patto di sviluppo sono: la valorizzazione di luoghi, di mestieri, di prodotti e di economie locali, nel rispetto delle tradizioni con uno sguardo all’innovazione, alle nuove tecnologie e ad un mercato del lavoro sempre più flessibile e più esigente. Una ricetta antisolamento.

La scommessa vede l’AFP candidarsi a diventare Agenzia di sviluppo “per servire un territorio, che ha grandi potenzialità e deve imparare a lavorare in rete”.

L'agenzia formativa di nascita dronerese, dal 2014 è Ente affiliato al Cnos Fap nazionale (Agenzia salesiana di orientamento, formazione e aggiornamento professionale) rappresentata nell’occasione dal suo vertice: il direttore generale nazionale Don Enrico Peretti, che ha valorizzato il ruolo della formazione come strumento di crescita umana e professionale, secondo il modello di don Bosco.

Sul patto e sui locale la benedizione del vescovo di Saluzzo, monsignor  Cristano Bodo nel ricordo dei lungimiranti e generosi fondatori Don Rossa e Don Rovera.

"Il progetto Afp può incrementare l’occupazione e generare più servizi per l’intera popolazione - afferma il sindaco di Dronero nonché presidente del BIM, Livio Acchiardi - un esempio virtuoso di sinergie progettuali, di coordinamento e di monitoraggio delle politiche degli enti territoriali".

Il presidente della Fondazione CRCune Giandomenico Genta si è espresso in questi termini: “la nostra Fondazione, quando vede che ci sono progettualità significative che possono generare sviluppo del territorio, trova le risorse necessarie e volentieri le mette a disposizione. Da subito il progetto presentato da AFP e BIM ci ha convinti e lo abbiamo sostenuto”.

La presidente dell’ Afp Francesca Donadio: “AFP si assume quotidianamente un impegno nei confronti dei ragazzi, delle famiglie e delle imprese: “Formare persone per la vita e per il lavoro”.

La mission dell’Agenzia poggia su tre pilastri fondamentali: il territorio, la persona  con la centralità della figura dell’allievo e la valorizzazione delle attitudini professionali ed umane indirizzato a formarlo come cittadino attivo e consapevole.  Terzo punto: l'innovazione, il guardare sempre avanti per capire che cosa serve.

L’intera azione di Afp, risponde ad una logica di servizio no profit ed è rivolta a cittadini, imprese, famiglie, enti locali ed è dunque pronta per candidarsi a diventare Agenzia di Sviluppo territoriale.

Ingrid Brizio, ha sottolineato: “AFP guardando al futuro, continuerà a fare formazione professionale: ciò che sappiamo fare e che facciamo da 65 anni, ma una formazione professionale caratterizzata da un nuovo paradigma: pensiamo ad un centro di ricerca ed analisi che prima di tutto studia i fabbisogni; poi elabora una progettazione integrata con il territorio, in un nuovo spazio, che oggi inauguriamo, che vuole essere un punto di riferimento per il territorio, grazie anche all’ insediamento di altre aziende che operano in settori strategici.

Inoltre pensiamo al potenziamento di servizi al lavoro declinati sui fabbisogni territoriali: per garantire alle imprese personale sempre più qualificato e concordare insieme le linee formative.

I fondamentali del patto sono: il rispetto per le nostre radici, la valorizzazione di luoghi, di mestieri di prodotti e di economie locali d’eccellenza. AFP è una grande squadra: studio continuo, competenze, determinazione, e tanta passione sono il nostro valore aggiunto e confidiamo nel successo di questo progetto”.

La mattinata inaugurale ha visto la centralità nell’intervento del professor Dario Nicoli, docente incaricato di Sociologia alla Facoltà di Scienze della Formazione alla Cattolica di Brescia, che ha entusiasmato i presenti, addetti e non addetti del settore, con una relazione sull’Accademia formativa territoriale: "paradigma di esperienze per la vita e per il lavoro". Lavoro quello "buono", che genera solidarietà e sviluppo locale e dove risultano decisive le imprese madrine, veri e propri partner strategici per la promozione, l’innovazione ed il sostegno delle iniziative.

"E' la metodologia che AFP intende fare propria"– sottolinea il direttore Brizio - "e che caratterizza il progetto presentato".

A conclusione l'Istituto alberghiero di Dronero “Virginio-Donadio” ha servito il buffet finale a tema “L’ Atlante dei sapori” ispirato al progetto Move, con una selezione di prodotti tipici delle valli del Monviso e Occitane.

L'immobile di via Conte a Dronero

L’immobile ora nuova sede Afp fu costruito fra il 2000-2003, destinato in origine al Polo di ricerca Tecnogranda. Si sviluppa su 2. 500 mq, attualmente fruiti per circa 1800, i rimanenti potranno essere oggetto di progetti di sviluppo successivi, al momento non sono utilizzabili.

L'immobile è oggi fruito, oltre che da AFP da altre 7 aziende: MIAC, Agrifood, Ufficio territoriale di Ambiente e servizi, Gren Research and design, Informatica Vision, Cantieri Italia, Tecnolab, TECHmarine che affittano uffici e laboratori.

Il modello organizzativo è quello di un hub.

L’AFP occupa circa 450 mq: ha trasferito tutti gli uffici della sede: dall’Amministrazione alla progettazione dei servizi, segreteria, ufficio personale, sistema di Gestione aziendale e direzione Generale.

Sono a disposizione delle aziende insediate: un servizio di front office-accoglienza, la reception e smistamento delle chiamate, una sala conferenze (120 persone) una sala riunioni (10 persone) oltre ad infrastrutture informatiche, ampio parcheggio, servizio gardening e vigilanza e pulizia.

 

 

vb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium