/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 marzo 2019, 15:31

A Boves il "Safe Quality System" monitorerà, nel tempo, l'aria che bimbi e ragazzi respirano nelle aule di scuola

Questo sistema, voluto dall'amministrazione e in grado di leggere 26 valori presenti nell'aria, è in linea con le iniziative messe in campo per la salute dei cittadini e per la tutela dell'ambiente

A Boves il "Safe Quality System" monitorerà, nel tempo, l'aria che bimbi e ragazzi respirano nelle aule di scuola

Nella giornata di ieri 18 marzo il sindaco di Boves Maurizio Paoletti, insieme all’ingegner Giulia Gosso, responsabile dell’Ufficio Energia ed Ambiente, e al geometra Andrea Bodino, ha effettuato due sopralluoghi, uno nella scuola primaria del concentrico di Boves e l'altro nella secondaria.

La "visita" era finalizzata allo svolgimento di un test in due aule, attraverso una apparecchiatura di “Safe Quality System”, per il monitoraggio della qualità dell’aria che i ragazzi e bambini respirano in classe; la qualità dell’aria di Boves è presumibilmente buona, ma non si può escludere che nelle classi vengano rilevati alcuni parametri indice di negatività.

L’apparecchiatura permette di monitorare in tempo reale ben 26 parametri dell’aria, come ad esempio le percentuali di monossido di carbonio, il gas radon, i campi elettromagnetici, il particolato, le percentuali di anidride carbonica e tanti altri.

"Il sistema legge i dati dell’aria e poi effettua una verifica generale dell’ambiente fornendo una valutazione complessiva ed una specifica, valore per valore. I primi due test, duranti circa una mezz’ora ciascuno, non hanno rilevato parametri sopra soglia e la valutazione complessiva dei due ambienti è risultata buona per la primaria e molto buona per la secondaria", ha spiegato Paoletti.

Si tratta di un primo riscontro positivo, ma l'amministrazione ha intenzione di approfondire lo studio di tutti gli ambienti pubblici scolastici per capire se sono necessari interventi o pratiche di utilizzo migliori, possibili solo a seguito di un monitoraggio più esteso nel tempo.  

Conclude il primo cittadino: "Abbiamo annunciato in consiglio comunale, la settimana scorsa ed anche venerdì mattina in occasione della manifestazione “Friday for Future” organizzata dalla Consulta famiglie, le Scuole ed il Comune, l’intenzione di procedere con un monitoraggio duraturo di tutti i plessi scolastici, compresi i due di Rivoira e Fontanelle. Nelle prossime settimane avvieremo l’iter amministrativo partendo proprio dalla scuola primaria di via Alba.

Anche questo è un segnale importante verso una delle priorità della nostra azione amministrativa, che ha puntato alla qualità della vita di ogni cittadino, un modo per sensibilizzare tutti sull’attenzione che dobbiamo all’ambiente".  

           

 

Bsimonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium