/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 marzo 2019, 10:22

"Non solo Asti-Cuneo, il Tenda bis sarà il prossimo passo”: promessa di Fabiana Dadone dopo l'incontro con Conte e Toninelli (VIDEO)

Al tavolo in Prefettura di ieri, lunedì 18 marzo, sono stati affrontati i problemi infrastrutturali della Granda. Il consigliere regionale Mauro Campo fa il punto anche su circonvallazione di Demonte e tangenziale di Fossano: "Tutte le infrastrutture cuneesi sono all'attenzione"

Mauro Campo e Fabiana Dadone

Mauro Campo e Fabiana Dadone

 

“Tutte le infrastrutture cuneesi sono all'attenzione. Il Tenda bis sarà il prossimo passo. Il dossier è già pervenuto al Mit mesi fa”. Ad assicurarlo è la parlamentare grillina Fabiana Dadone, a margine dell'incontro di ieri con il ministro ai Trasporti Danilo Toninelli e il premier Giuseppe Conte.

Soddisfatta l'onorevole monregalese Dadone: “E' stato fatto un grande lavoro da parte mia e del consigliere regionale Campo ad istruire i fascicoli sulle varie infrastrutture. È stato bello riuscire a portare qui il ministro Toninelli e il premier Conte con delle risposte effettive”.

Non solo Asti-Cuneo. Al tavolo in Prefettura (preceduto dal sopralluogo al troncone monco di Cherasco) sono stati affrontati i problemi infrastrutturali della Granda.

Lo conferma il consigliere regionale Mauro Campo che, ai nostri microfoni, parla anche di circonvallazione di Demonte e tangenziale di Fossano.

“La circonvallazione di Demonte è in itinere – dichiara Campo -. Adesso si conclude la Via (valutazione di impatto ambientale) con quel ritardo dovuto agli adeguamenti progettuali relativi alle richieste del MiBACT, poi si va in conferenza dei servizi e si farà la gara per partire. Quella è un'opera che sta andando avanti”

Sulla tangenziale di Fossano: “Rispetto a quanto promesso dalla lettera di Toninelli al consiglio comunale aperto si sta facendo esattamente quanto detto – conclude Campo -. Sono stati fatti gli inteventi di allegerimento sull'asfalto, è stata ordinata l'infrastruttura metallica per la ricostruzione della rampa che aveva ceduto. Si valuteranno poi entro fine anno le due soluzioni: mettere dei rinforzi o rifarla completamente a pezzi”.

Mazzariello -Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium