/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 marzo 2019, 18:45

Odori molesti ad Alba, Monticello e Santa Vittoria: Arpa monitora l’evolversi della situazione

L’Agenzia Regionale per l’Ambiente sul nuovo caso di miasmi provenienti dagli impianti Italgelatine. Soluzione richiederà "tempi non immediati"

Odori molesti ad Alba, Monticello e Santa Vittoria: Arpa monitora l’evolversi della situazione

Nella scorsa settimana il nostro giornale ne aveva dato conto qui, dopo aver indagato su quale fosse la fonte dei miasmi avvertiti da alcuni giorni in diverse zone della Sinistra Tanaro e sino ad Alba e nella zona del Gallo.

Una ricerca i cui riscontri avevano confermato una delle ipotesi di partenza: un’anomalia verificatasi presso gli impianti dell’Italgelatine di Santa Vittoria, affermata realtà produttiva già protagonista di un episodio analogo nel settembre 2017.

Ora a dare conto del malfunzionamento che ha interessato l’impianto di posto lungo la Statale 231 è l’Arpa regionale, che in una nota diffusa nelle scorse ore dà conto delle "puzze persistenti che si percepiscono da qualche giorno nei comuni di Alba, Monticello, Santa Vittoria d'Alba", imputandoli "al malfunzionamento dell'impianto di depurazione delle acque reflue dello stabilimento (…)". Un problema "accentuato da condizioni meteo che non favoriscono la dispersione delle sostanze maleodoranti, di origine comunque naturale".

"Sulla base delle prime verifiche, effettuate da personale Arpa presso l’azienda, il malfunzionamento dell'impianto sarebbe stato determinato da una nuova lavorazione effettuata dalla ditta – fa ancora sapere l’agenzia –, che avrebbe inciso negativamente sul funzionamento dell'impianto di trattamento delle acque reflue. La ditta ha sospeso la lavorazione e sta cercando di ripristinare la funzionalità del trattamento che, viste le problematiche presenti, richiederà tempi non immediati".

"L’Agenzia – si conclude la nota – sta monitorando l'evolversi della situazione e l'efficacia delle misure messe in campo dall'azienda per ripristinare la funzionalità dell'impianto".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium